17 ottobre 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

L’aggiornamento semestrale del rapporto World Economic Outlook del Fondo Monetario Internazionale (IMF) rileva i segni di una profonda recessione in particolare nell'intera Area Euro, con forti differenziali di recupero nel 2021 sia nei confronti degli Stati Uniti che ancor più dalla Cina: lo scenario prospettico di ripresa sembra ripercorrere la precedente recessione. Rispetto ai dati dello scorso anno, a livello globale, sono andati persi oltre 400 milioni di posti di lavoro, mentre le attese di una ripresa a V sembrano sostenere solo l’economia cinese, nonostante i primi segnali incoraggiante dalla produzione industriale ed il leggero recupero degli indici di fiducia anche nelle altre regioni sviluppate. La contrazione economica globale, prevista dall’IMF per il 2020, si attesta a -4,4%, era a -3% ad aprile; la ripresa aggiornata per l’intero 2021segna un +5,2%, rispetto allla stima precedente di + 5,8%. Il Report sottolinea che ‘la necessaria politica di distanziamento e chiusura di alcuni servizi, atti ad interrompere il contagio da Covid-19, hanno aggravato il sistema economico con effetti molto negativi di breve termine, sebbene temporanei’ ...

16 ottobre 2020
Inserito da:
Categorie: Global Equities
0 Commenta

 

Le analisi sulle performance degli indici azionari segnalano ancora una volta una Europa che perde terreno rispetto alle borse internazionali. Se prendiamo a riferimento gli indici MSCI da inizio anno l’Europa a fine settembre presentava una caduta di -5,66% rispetto al MSCI World a +5,2% e MSCI ACWI a + 4,83%. Ricordiamo che l'indice MSCI Europe rappresenta società quotate di media ed alta capitalizzazione nei 15 paesi dei mercati sviluppati (DM) in Europa (Austria, Belgium, Denmark, Finland, France, Germany, Ireland, Italy, the Netherlands, Norway, Portugal, Spain, Sweden, Switzerland e UK). Con 436 componenti, l'indice copre circa l'85% della capitalizzazione di mercato corretta per il flottante, relativa all’universo azionario dei mercati azionari citati. La performance storica non è migliore; gli analisti statunitensi sostengono che in 100 anni il differenziale tra il MSCI Europe e l’indice S&P500 sia ai minimi e pari a circa 25 punti da 100 del 1920. Ecco i dati relativi all’ultimo ciclo economico: performance a 10 anni dell’indice MSCI Europe annualizzata + 7,69%, indici MSCI World a +12,93% e MSCI ACWI a +12,05% ...

14 ottobre 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Ci sono alcuni interventi nella politica monetaria ‘obbligata dal Covid-19’ che hanno sorpreso gli operatori, sebbene il processo di espansione monetaria, spiegato ripetutamente dai presidenti della FED Jerome Powell e della BCE Christine Lagarde, rivesta la straordinarietà del momento. Con la caduta del ciclo economico, il piano condotto dalla banche centrali sembra sostanzialmente tenere sotto controllo la liquidità e l’andamento dei mercati finanziari in attesa degli interventi di rilancio del piani governativi che per ragioni diverse sono rallentati. Qualche settimana fa, negli Stati Uniti, il presidente Donald Trump aveva chiesto nuovi interventi di sostegno sia a Steven Mnuchin, Segretario del Tesoro, che alla presidente della Camera dei Rappresentanti Nancy Pelosi, per aumentare il reddito disponibile dei cittadini americani, ma la contrarietà sembra sia giunta dal Congresso federale, non disposto a giocarsi un accordo fiscale appena prima dell'elezione presidenziale. Alla successiva disponibilità di una negoziazione da parte dei Democratici, è stato invece Trump a prendere tempo. I bilanci pubblici sotto Donald Trumps sono stati caratterizzati da un deficit senza precedenti, soprattutto abbinato alla pressione sulla Federal Reserve per monetizzarne il finanziamento ...

11 ottobre 2020
Inserito da:
0 Commenta

    

Tra i temi in evidenza negli Stati Uniti, in attesa delle elezioni presidenziali, preoccupa molto quello occupazionale. E’ chiaro a tutti che il mercato del lavoro è coinvolto in un ampio cambiamento e non solo per l’accelerazione dello smart working, ma anche per i nuovi indirizzi strategici legati alla sostenibilità ambientale e all’evoluzione dei rapporti sociali. Negli Stati Uniti sono molti i settori che stanno con fatica tornando alla normalità e al rientro completo del personale; rimagono in realtà molte attività ancora in declino e che probabilmente, almeno alcune, potrebbero verificare una disoccupazione strutturale. A segnalare questa situazione sono le recenti richieste di sussidio alla disoccupazione (Us Initial Jobless Claims) che da settimane stazionano intorno a 850.000 unità, erano stabili a circa 160.000 prima del marzo scorso ...

9 ottobre 2020
Inserito da:
0 Commenta

        

Corrado Caironi, Investment Strategist di R&CA, nella sua Newsletter dedicata all’Outlook del quarto trimestre 2020 analizza le prospettive macroeconomiche ed i trend dei mercati finanziari con l’obiettivo di offrire indicazioni di Asset Allocation per i portafogli di investimento.

I cambiamenti strutturali, accelerati durante questi mesi, hanno lasciato aperto altrettante riflessioni riguardo all’asset allocation strategico dei portafogli finanziari. In primo luogo il cambio di paradigma che ha completamente rovesciato l’austerity tedesca con la proposta del Next Generation EU finanziato comunitariamente a favore dei paesi impattati dal Covid-19, in parte a prestito e in parte a fondo perduto, con la mutualizzazione del debito. Un secondo argomento riguarda la monetizzazione del debito attraverso gli acquisti di obbligazioni governative da parte delle banche centrali, vedi nell’area Euro il fondo di emergenza pandemica PEPP della BCE. Il tema apre la strada ad una crescita del debito globale.
 
A questo si aggiunge la nuova prospettiva di calcolo dei target inflattivi della FED, e lo studio avviato dalla BCE sulle esperienze BoJ, che sostiene una politica ultra-espansiva per i prossimi anni. I mercati finanziari continuano a beneficiare della liquidità di sistema, anche se ora il nodo è il passaggio di consegne dalla politica monetaria all’economia reale, attraverso l’azione concreta dei governi. Importanti diverranno quindi, tempi di realizzazione e gestione dell’aumento dei debiti pubblici. In termini di asset allocation il riferimento deve rimanere l’attenzione ai fondamentali con la selezione delle società che riusciranno a sostenere profitti e dividendi.
 

Leggi l’Investment Newsletter di Corrado Caironi cliccando sul seguente link:

Investment Outlook 4Q20

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie