11 febbraio 2022
Inserito da:
Categorie: Global Allocation
0
S&P500 alla prova Utili

 

Da inizio anno l’indice S&P500 è sceso del 5,2% con un minimo di periodo a 4326,51 il 27 gennaio (- 9,8% YtD) e un successivo rimbalzo del 5,1%, il tutto corredato da una volatilità VIX salita fino oltre 30 punti, prima del graduale rientro a 21,5. Gli investitori si stanno chiedendo se l’indice è pronto a ritornare al massimo storico vicino a 4800 punti. Le ragioni del rimbalzo sono relative a diversi fattori; il primo è sicuramente legato a multipli di valutazione più appetibili dovuti agli annunci di politica monetaria più restrittiva della Federal Reserve, e, non secondario, una buona stagione degli utili per l’ultimo trimestre 2021: le società dell’S&P 500 che hanno riportato finora i margini di profitto operativo vedono massimi storici avvicinarsi a +12,5%, 2% sopra del picco pre-pandemia del 2019. La sorpresa molto positiva del mercato del lavoro ha confermato un’economia in ottima salute, e una produttività del quarto trimestre, che misura la produzione oraria per lavoratore, con un tasso sbalorditivo del 6,6% annuo sopra il consenso degli economisti del 3,9%. D’altra parte la Federal Reserve si è già svelata nella necessità di tagliare la liquidità nel sistema, sgonfiando il suo bilancio con la sospensione degli acquisti, ma anche con la necessità di alzare i FED Funds per stoppare il processo di risalita dell’inflazione. Su questo si scontrano gli economisti che già vedono all'orizzonte un netto calo del ciclo di espansione economica. 

Profitti S&P500 segnale economico

I margini di profitto si sono da tempo dimostrati un indicatore affidabile della tempistica del ciclo economico. Le analisi statistiche dal periodo del secondo dopoguerra in poi vedono le aziende ‘non finanziarie’ raggiungere il picco dei margini di profitto circa due anni e mezzo prima del periodo recessivo e l’andamento degli utili potrebbe quindi rappresentare il nuovo scenario. Il secondo trimestre del 2021 è stato il livello massimo più recente con una leggera contrazione nel terzo trimestre. In questi giorni continuano ad arrivare i report del quarto trimestre, siamo a oltre la metà delle società presenti nell’S&P500, e le analisi vedono margini operativi comunque buoni, i ricavi stanno beneficiando dell’espansione economica, inoltre la pressione del mercato del lavoro sta esercitando una ripresa dei salari e dei costi delle materie prime. E’ quindi l’inflazione a tenere in apprensione il sistema finanziario, mentre è altamente probabile la progressiva restrizione monetaria fino alla fine del prossimo anno.

Ciclo Macroeconomico

In questo contesto gli analisti sono convinti che se venisse confermato il picco degli utili in questi ultimi trimestri, l’analisi statistica suggerirebbe un'economia più vulnerabile con stime di recessione fra un paio di anni o poco più. Gli economisti segnalano che il ritmo lento e costante di crescita macroeconomica, inflazione e politica monetaria osservato nei cicli precedenti è stato compromesso dalle recenti difficoltà oggettive; in questo ciclo tutte le variabili sembrano muoversi più velocemente e con maggiore volatilità suggerendo un movimento di espansione atteso più breve rispetto al passato. Il mercato azionario e le altre asset class di rischio come le obbligazioni societarie ad alto rendimento rimangono quindi indicatori anticipatori. Se la probabilità di una recessione nei prossimi anni aumenta, come suggeriscono questi indicatori, le attività finanziarie ‘di rischio’ inizieranno a prezzarla con ragionevole anticipo; non sarebbe una sorpresa vedere investitori orientati a ridurre gradualmente l’allocazione di azioni e obbligazioni ad alto rendimento.

Leggi la ricerca selezionata da R&CA cliccando sul seguente link:

Why the market’s rebound may be short-lived


Commenti
trackback:
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Fidelity
iShares
J.P.Morgan Asset Management
AB Global
Axa Investment Managers
UBS Global Asset Management
Pioneer Investments
Schroders
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
Invest Banca Spa
University Campus
Categorie
Login