31 maggio 2022
Inserito da:
0
Canada vs USA

 

Breve analisi finanziaria tra due delle maggiori economie globali che si concentra sulla parte più influenzata dall’Asia del Nord America, prendendo in considerazione due importanti città: Seattle, città portuale sulla costa occidentale degli Stati Uniti e capoluogo della contea di King nello stato di Washington, e Vancouver, città canadese della costa Pacifica nella provincia della Columbia Britannica. La scelta dell’area è stata quella di analizzare una regione confinante tra due grandi stati che si è relativamente smarcata dalle influenze più europee, mentre guarda da tempo alle evoluzioni asiatiche e alle coste pacifiche orientali.

Prospettive macroeconomiche

USA: Nei primi tre mesi del 2022 l'economia statunitense ha registrato una contrazione annualizzata dell'1,5%, leggermente sotto le stime iniziali e il freno proveniente dal commercio. Le importazioni sono aumentate più del previsto, 18,3%, guidate dai beni di consumo non alimentari, e le esportazioni sono diminuite -5,4%; le scorte hanno sottratto 1,09% alla crescita. La crescita degli investimenti fissi è stata rivista in leggero ribasso, seppure robusta, mentre gli investimenti immobiliari vedono un rallentamento a 0,4% contro 2,1%. Le attese per l’intero anno vedono il GDP reale degli Stati Uniti rimanere positivo tra il 2,5 e il 3% dopo il +5,7% del 2021.

CANADA: Nei primi tre mesi del 2022 il GDP del Canada è cresciuto dello 0,8% su base trimestrale, più debole rispetto ai tre trimestri precedenti; tra le cause un leggero calo dei volumi delle esportazioni -2,4% e il rallentamento dei trasferimenti federali alle famiglie post Covid. Rimangono aperti i problemi di consegna delle materie prime che non trovano ancora risolti i colli di bottiglia creatisi durante la crisi pandemica. La spesa delle famiglie è aumentata dello 0,8%, terzo aumento trimestrale consecutivo, orientata dalle spese di beni e servizi. Gli investimenti nell'edilizia residenziale risultano aumentati del 4,3%, spinti dalle ristrutturazioni a +9,3%. Su base annua l'economia è cresciuta del 3,1%, leggermente sotto le previsioni della banca centrale BoC che per il secondo trimestre vede un’espansione di +6%. L’aggiornamento per l’intero 2022 della BoC vede la crescita del GDP rivista al rialzo di 0,25% al 4,25% e al ribasso di 0,25% al 3,25% nel 2023.

Asset Allocation

In risposta al movimento ribassista le valutazioni degli asset di rischio si sono riposizionate verso livelli sicuramente più appetibili rispetto al 2021. L’indice S&P500 misura un P/E ratio fwd a 17,4x, in linea con la sua media ventennale, con i settori più costosi, come quelli dei titoli Growth, che nel recente periodo hanno subito le perdite maggiori. L’S&P/TSX Composite Index canadese, nonostante la buona tenuta delle quotazioni, presenta una valutazione P/E fwd12 di 10,9x, in netto calo e a sconto rispetto alla sua media a cinque anni di 14,8x. Nell’ambito di un approccio rischio-rendimento più equilibrato le valutazioni ci indicano un mantenimento di sovrappeso dell’indice azionario canadese rispetto a quello statunitense per beneficiare di specifiche caratteristiche insite ad un’economia che sta beneficiando del cambiamento strutturale.                         

Leggi l’intero report di Corrado Caironi Strategist di R&CA cliccando sul seguente link:

USA e Canada: Scenario macroeconomico e prospettive del mercato finanziario


Commenti
trackback:
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Fidelity
iShares
J.P.Morgan Asset Management
AB Global
Axa Investment Managers
UBS Global Asset Management
Pioneer Investments
Schroders
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
Invest Banca Spa
University Campus
Categorie
Login