22 giugno 2016
Inserito da:
0
Ciclo di Reddito vs trend di Ricchezza

 

La caduta dei tassi di inflazione

La percezione che qualcosa sia cambiato nella correlazione tra crescita economica, redditi e capitalizzazione della ricchezza sembra ormai essere confermata dai numeri. La comparazione è stata in parte condizionata da fattori straordinari avvenuti negli ultimi anni, come ad esempio l’acquisto di titoli da parte delle banche centrali (cosiddetti Quantitative Easing) che ne hanno condizionato il valore. Perché siamo quindi convinti che la percezione sia in effetti una situazione reale? In primis per effetto dei tassi di inflazione antecedenti il 1990, indistintamente elevati, che oggi risultano addirittura stabilmente vicini all’area deflazionistica; questo ovviamente ha visto una continua moderazione dei tassi di remunerazione dei capitali fino agli attuali tassi negativi, e che ha prodotto un ridimensionamento anche sulla crescita dei redditi.

Un mercato finanziario più volatile

Il secondo fattore per la forte speculazione che a varie riprese ha spinto in modo diverso le valutazioni delle attività finanziarie provocando rigonfiamento/esplosione di bolle ed infine rialzi verso nuovi massimi. Alcuni esempi dai primi anni ‘90: rialzo dei rendimenti e caduta degli USTreasury nel 1994, rialzo azionario con la new economy fino al 2000 e poi esplosione della bolla tecnologica, taglio dei tassi di interesse e speculazione immobiliare fino al 2006, e conseguente crisi finanziaria dei Subprime nel 2008; infine nuovi massimi dell’S&P500 a 2132,82 punti nel luglio del 2015 dopo aver toccato un minimo di circa 700 punti nel marzo 2009.

I dati storici premiano la ricchezza

Le evidenze dei numeri tra il 1950 e i primi anni del 1990, in circa 40 anni, vedono i redditi e la ricchezza delle famiglie con una crescita molto simile: + 7.8% annuo la ricchezza e + 7.7% i redditi. Nello stesso periodo, l’effetto di un’inflazione costantemente positiva ha premiato i cosiddetti Real Asset (beni di investimento materiali come immobiliare, commodities …) cresciuti più di quelli finanziari. Al contrario negli ultimi 25 anni, i cicli di ricchezza sono diventati dominanti e più volatili. La ricchezza ha fornito supporto e stimolo a investimenti e consumi, sebbene lo scoppio delle bolle finanziarie abbia a volte trascinato nella caduta i cicli economici e dei redditi. Da inizio degli anni ’90 i tassi di crescita media delle attività finanziarie sono stati dell’1,5% più alti della crescita dei redditi e, per effetto del calo dell’inflazione, 1,2% più alti dei Real Asset.

Gestione del rischio in uno scenario complesso

Oggi ci si chiede se sia possibile gestire il ciclo di ricchezza, visto che la sua discesa innesca non solo una massiccia distruzione di valore, ma incertezza sul ciclo economico e dei redditi. Il compito dei responsabili della politica monetaria sembra divenuto incerto; in alcune aree l’introduzione dei tassi negativi ha posto le basi per un rialzo forzato dei corsi finanziari: in Europa oltre due terzi dei titoli governativi hanno rendimenti negativi. Questo fenomeno sembra aver posto le basi per un trend di ripresa dei listini azionari e dei valori immobiliari, anche se rimane una forte e generale cautela. Se nell’intento della FED la voglia di normalizzare i rendimenti è espressa dalle prospettive di restringimento monetario, il tema centrale rimane l’attenzione ad un ciclo di crescita economica globale ancora sotto trend. Vista la possibilità di rialzi inattesi della volatilità, il compito degli Asset Manager è quindi quello di monitorare il rischio di portafoglio in questo scenario molto complesso.

Leggi la ricerca selezionata da R&CA cliccando sul seguente link:

Wealth cycles: the untold story


Commenti
trackback:
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie