20 luglio 2012
Inserito da:
0
Emerging Markets vs USA

In questa fase di continua incertezza, le scelte di portafoglio non sempre risultano razionali, anche se condivise con il sentiment generale dei gestori. Ci sono ad esempio alcuni fattori che indicano una possibile sovraperformance relativa degli indici emergenti rispetto al mercato azionario americano nei prossimi mesi.

In primo luogo c’è un generale sovrappeso di Usa e un forte sottopeso di Emerging Markets, che dovrà comunque essere ribilanciato nel tempo. Secondo, la politica fiscale si sta muovendo in due direzioni opposte: negli Emerging Markets ci si aspetta una politica espansiva, di spinta alla crescita economica, mentre negli Stati Uniti ci si trova potenzialmente di fronte ad una prossima stretta fiscale (Fiscal Cliff). E poi il trend degli utili atteso in generale contrazione; negli Emerging Markets le previsioni sono state ridimensionate, ma ultimamente gli analisti stanno aggiornando le prospettive al rialzo, mentre al contrario, si stanno diffondendo una serie di downgrade nelle previsioni degli utili 2013 proprio sulle azioni degli Stati Uniti. Non ultimo, le azioni degli Emerging Markets risultano a prezzi sicuramente più 'economici' rispetto alle attuali valutazioni degli indici americani, ed infine il ‘Beta’ degli indici azionari Emerging Markets, che pur rimando positivo è comunque diminuito negli ultimi mesi. Certo, scommettere sul ‘Beta’ potrebbe risultare rischioso, ma rimanerne smodatamente fuori lo potrebbe essere comunque.

 

Leggi la ricerca selezionata da R&CA cliccando sul seguente link:

Several factors point to EM outperformance versus the US

 

 


Commenti
trackback:
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie