25 novembre 2010
Inserito da:
Categorie: Sectors
0
Energy Sector

Ordine nei conti pubblici subito! Crescono le tensioni e le incertezze sui possibili impatti negativi sulla ripresa economica nelle aree sviluppate, anche se rimane una sostanziale fiducia sulle previsioni economiche nei Paesi Emergenti.

In Europa la crisi dei debiti sovrani impone una revisione comune alle politiche di spesa pubblica; un’austerità fiscale che ridurrebbe significativamente le potenzialità di crescita nel 2011. Il pensiero corre subito ai PIIGS europei con pesanti caveat; ancor più incisivi i tagli in UK e non mancano le revisioni in Francia e Germania. Eppure a livello globale l’economia tiene, le stime di consensus per il 2011 vedono una crescita globale intorno al 4%. Per questo motivo è interessante notare come negli ultimi due mesi uno dei settori più penalizzati dalla recessione sia tornato ad essere coinvolto in grossi flussi di investimento: è il settore dell'Energy che si dimostra un buon asset diversificatore. Pur essendo correlato ai mercati emergenti mantiene in termini comparativi, storici e relativi, valutazioni più interessanti.

Leggi la ricerca selezionata da R&CA cliccando sul seguente link:

Flows have improved for Energy globally

 

 


Commenti
trackback:
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie