27 febbraio 2016
Inserito da:
1
Weekly Focus

            

Settori sensibili al rimbalzo

I migliori settori della settimana passata sono stati Energy e Financials; il primo rimane in luce per il ritorno “stabile” del petrolio sopra 30$b, mentre le banche sono tornate a salire dopo il rilascio di indicazioni di miglioramento del settore e l’accantonamento delle indicazioni sui “Tassi Negativi” e del loro maggiore utilizzo in futuro. Nella settimana è invece stato colpito l’indice cinese Shanghai Composite con perdite che in un giorno solo del 6,8%, cancellando di colpo il recupero fatto da inizio febbraio; i timori di un’ulteriore svalutazione dello Yuan rendono il clima asiatico teso, soprattutto con una ritrovata vitalità del dollaro Usa.

Crescita del GDP Usa sulle scorte

Il dato di crescita del quarto trimestre del GDP Usa rivisto da +0,7% all’1% non ha comunque convinto gli operatori in quanto legato esclusivamente alla crescita delle scorte; stabili i dati sul mercato immobiliare ed invece positivi gli ordinativi che hanno mostrato un forte rimbalzo dopo un periodo poco brillante.

Earnings Season S&P500

La conclusione della Earnings Season statunitense ha mostrato dati negativi sui profitti delle società appartenenti all’indice S&P500; il dato basato sul 96% del totale è risultato con un calo degli utili del 3,3% sul trimestre precedente. Si tratta del terzo trimestre consecutivo di calo dei profitti, un dato che non risultava evidente dal 2009. Anche le “guidance” per il primo trimestre non sembrano brillanti con 88 società che hanno indicato una riduzione dei profitti contro solo 22 che avrebbero manifestato un dato in crescita.

Focus della settimana

Principali dati attesi in settimana. In Europa: Eurozone CPI (February, flash), Germany unemployment change (February), Eurozone manufacturing PMI (February) e UK services PMI (February). In Usa: US pending home sales (January), US ISM manufacturing (February), US services PMI (February), US non-farm payrolls, Average hourly earnings e Unemployment rate (February). In Asia: in Giappone Japan unemployment (January), China manufacturing PMI e Non-manufacturing PMI (February) e Caixin China services PMI (February).


Commenti
trackback:
Luigi Mancini
Luigi Mancini 29 febbraio 2016 14:06:11
Il prezzo del petrolio è troppo condizionato da accordi
politici tra stati Opec e Arabia Saudita, secondo il mio
modesto parere tenderà ad essere molto volatile.
Grazie per l'attenzione.
Luigi Mancini

Top
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie