20 luglio 2019
Inserito da:
0
Weekly focus

 

Le ultime sedute borsistiche, prima dei preparativi verso l’attesa pausa agostana, hanno manifestato i sintomi classici di mercati pronti alle vacanze estive: volumi in progressiva diminuzione, limitate prospettive di un cambio di trend, poche idee di investimento, e aumento della cautela su possibili eventi straordinari. Gli economisti hanno rimosso le preoccupazioni di una recessione economica che avrebbe il suo inizio negli Stati Uniti il prossimo anno, dopo un lunghissimo ciclo di espansione. Rimane invece l’incertezza da parte degli analisti azionari sulla stagione degli utili: i primi risultati vedono una diversa capacità di profitto e differenti ‘guidance’ tra le grandi società del mercato statunitense, seppur appartenti al medesimo settore. La voglia di capitalizzare le importanti performance lascia ancora posto alle indicazioni degli Strategist di portafoglio che offrono segnali discontinui tra diminuzione del rischio e favore agli asset rischiosi, anche per effetto dei messaggi delle Banche Centrali.

Mercati finanziari

In risposta ad un 2018 deludente, le performance da inizio anno risultano comunque sopra le attese: l'indice MSCI World in val.loc. ha avuto una performance di + 16,82%, il MSCI Emerging Mk free val.loc. + 8,8%, negli Stati Uniti il Dow Jones + 16,7%, l'indice Nasdaq Composite, il mercato tecnologico Usa, + 23,7%, lo Shanghai Composite + 16,33%, infine lo Stoxx 600 in Europa + 14,56%; nello stesso periodo l'indice di volatilità VIX (Chicago Board Options Exchange SPX Volatility Index) è sceso dai picchi dello scorso dicembre da 24 punti agli attuali 13,2. E’ chiaro che le valutazioni degli indici azionari si stanno dimostrando meno appetibili, ma il cambiamento da restrittivo ad accomodante della politica monetaria gioca a favore di un aumento dei multipli, in attesa di leggere i dati complessivi della profittabilità aziendale. Nel frattempo rimane la pressione sul commercio internazionale, mentre si allenta o acuisce a giorni alterni la minaccia di nuovi dazi di Trump contro la Cina.

Focus della settimana

Principali dati attesi in settimana. Negli Usa: Chicago Fed Nat Activity Index (Jul), Existing Home Sales (Jun), Durable Goods Orders (Jun), Markit US Services e Manufacturing PMI (Jul), Markit US Composite PMI (Jul), New Home Sales (Jun), Advance Goods Trade Balance (Jun); in Europa: Euro-Zone Consumer Confidence (Jul), Markit Eurozone Sevices e Manufacturing PMI (Jul), Markit Eurozone Composite PMI (Jul), European Central Bank Rate Decision (Jul); in Giappone: Nikkei Japan PMI Manufacturing (Jun), Tokyo Consumer Price Index (Jul); in Cina: Industrial Profits (Jun).

 


Commenti
trackback:
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie