12 ottobre 2019
Inserito da:
0
Weekly Focus

 

I mercati finanziari sono stati condizionati dalla trattativa sui dazi in corso negli Stati Uniti beneficiando del risultato positivo di venerdì; la nota positiva è giunta con una tregua nella guerra commerciale USA e Cina che Trump ha concordato con la sospensione dagli aumenti tariffari in programma dal 15 ottobre in cambio di alcune concessioni sui prodotti agricoli americani. L'accordo, sottolineato dal Presidente Donald Trump come ‘sostanziale per la fase uno’, ha dato una prospettiva meno negativa sul rallentamento dell'economia globale e una spinta ai mercati finanziari. L’indice S&P500 si è riportato in area 3000 punti nonostante le stime di crescita degli utili per il terzo trimestre siano state riviste a meno 4,6%. Dobbiamo comunque ricordare che il raffronto vede il terzo trimestre 2018 come un indicatore particolarmente competitivo con una crescita di profitti record a + 12% per effetto dell’introduzione delle agevolazioni fiscali approvate a suo tempo dall’amministrazione Trump.

Turchia e stretta sulla Brexit

In Medioriente le tensioni si concentrano sul fronte di guerra apertosi in Siria dopo gli interventi militari oltre il confine turco e i pesanti attacchi nell’area popolata dai Curdi Siriani. L’uscita di scena degli Stati Uniti dalla Siria, con la conclusione della guerra contro lo Stato Islamico (ISIS), ha aperto un problema nel quadro mediorientale con il riaccendersi di una guerra che va avanti da diversi anni per le vicende interne turche che considerano le milizie curde ‘terroristi’ nonostante il loro contributo nella guerra contro l’ISIS a fianco della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti. L’unione Europea si è dichiarata contraria alla avanzata turca in Siria chiedendo una sessione straordinaria dell’ONU. Nel Nord Europa, una schiarita nella trattative tra il governo del Regno Unito e l’Unione Europea dopo il colloquio tra Boris Johnson e il premier irlandese Leo VaradKar alla ricerca di una soluzione per la ‘non chiusura’ del confine tra le due irlande permettendo all’Irlanda del Nord di rimanere all’interno del regime doganale UE per un periodo di tempo da definire; la sterlina ha ripreso valore in attesa di dettagli sui possibili accordi prima della Brexit del 31 ottobre prossimo.

Focus della settimana

Principali dati attesi in settimana. Negli Usa: Monthly Budget Statement (Sep), Retail Sales Advance (Sep), NAHB Housing Market Index (Oct), U.S. Federal Reserve Releases Beige Book, Building Permits (Sep), Housing Starts (Sep), Industrial Production (Sep), Leading Index (Sep); in Europa: Euro-Zone Industrial Production w.d.a. (Aug), Euro-Zone ZEW Survey (Economic Sentiment), Euro-Zone Consumer Price Index (Sep); in Giappone: Industrial Production (Aug), National Consumer Price Index (Sep); in Cina: New Yuan Loans CNY (Sep), Trade Balance CNY (Sep), Consumer Price Index (Sep), Gross Domestic Product (3Q), Industrial Production (Sep), Retail Sales (Sep).


Commenti
trackback:
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie