20 giugno 2020
Inserito da:
0
Weekly Focus

   

Il "to do whatever it takes" della FED - ‘fare tutto il necessario’, con l’idea di un impegno a mantenere i tassi dei Fed Funds a zero fino alla fine del 2022, ha interessato gli strategist di portafoglio per una ‘forward guidance’ inusuale. L’imitazione delle parole più volte espresse da Mario Draghi, quando era a capo della BCE, ha posto una seria riflessione sulla futura politica del FOMC nella determinazione che non ci saranno aumenti dei tassi di interesse fino alla fine della crisi. L’enfasi di Powell per un impegno totale, almeno fino al superamento completo della recessione in atto, vede anche l’introduzione della possibile tattica di "controllo della curva dei rendimenti", riducendo il rischio di un sell-off obbligazionario di breve periodo con una strategia mirata alla pendenza dei tassi a medio e lungo termine. Sono molti i gestori che vedono potenziali sorprese positive nei macro dati statunitensi come per le vendite al dettaglio, i nuovi permessi di costruzione e la produzione industriale di maggio: segnali a sostegno del sentiment di mercato. L’andamento positivo sui dati dei sussidi da lavoro, nel tema più ampio delle riaperture, suggerisce un numero di almeno 5 mln di unità di rientro al lavoro in giugno, numeri da convalidare. La sintesi di tutte queste notizie mostrai indici azionari statunitensi in buona tenuta e valutazione che stanno già scontando gli EPS del 2021/22, in un processo di euforica ripresa a ‘V’.

Dati in Cina

Il report di maggio sul commercio al dettaglio cinese ha indicato un calo del 2,8% a/a, rispetto ad aspettative di - 2% (- 7,5% ad aprile), non sufficienti ad individuare una netta ripresa dalla crisi del coronavirus. Le vendite sono scese su abbigliamento (-0,6% contro -18,5% in aprile), gioielli (-3,9% contro -12,1%) e prodotti petroliferi (-14% contro -14,1%), ma sono anche aumentate per cosmetici (+12,9% vs 3,5%), cura della persona (+17,3% contro 8,3%), elettrodomestici (+4,3% contro -8,5%), mobili (+3% contro -5,4%), materiali da costruzione (+1,9% contro -5,8%) e automobili (3,5% contro 0%). Anche il settore Internet è in cerca di una via di uscita dalla crisi del paese. Sono molti i marchi/rivenditori online che hanno intensificato i loro sforzi per recuperare le "vendite perse"; ha offerto dati di successo il festival dello shopping online 618, evento simile al Singles Day. Iniziato 17 anni fa da JD.com per celebrare il suo anniversario con offerte promozionali ‘speciali’ e conosciuto come 618 (18 giugno), è divenuto il secondo festival di shopping online più importante in Cina con il coinvolgimento della maggior parte delle piattaforme di e-commerce: 136,5 bn$ l’incasso record di questa edizione.

Focus della settimana

Principali dati attesi in settimana. Negli Usa: Chicago Fed National Activity Index, Existing Home Sales (MAY), Markit Manufacturing PMI Flash (JUN), New Home Sales (MAY), Durable Goods Orders (MAY), PCE Price Index (MAY), Personal Income (MAY), Personal Spending (MAY), Michigan Consumer Sentiment Final (JUN); in Europa: Euro Area Consumer Confidence Flash (JUN), Euro Area Markit Composite PMI Flash (JUN), ECB Monetary Policy Meeting Accounts, Germany Ifo Business Climate (JUN) e GfK Consumer Confidence (JUL), Euro Area ECB General Council Meeting; in Giappone: Foreign Bond Investment (20/JUN); in Cina: Dragon Boat Festival.

 


Commenti
trackback:
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie