11 dicembre 2021
Inserito da:
0
Weekly Focus

 

Uno dei temi più seguiti negli outlook 2022 è quello della condizione della Cina di mantenere un trend di crescita sufficiente a sostenere la crescita globale. In questi ultimi decenni l’impero celeste si è distinto per una velocità di crescita economica elevatissima, mai vista prima. Il modello di sviluppo ha trovato nell’economia cinese il motore di produzione a livello globale in qualità di fornitore estero di tantissimi settori. Negli ultimi tre anni lo scenario si è molto evoluto sia per il contrasto con Trump, in uno scontro commerciale, ma anche per un indirizzo di politica interna atto a spingere i consumi e attivare nuovi servizi, anche a causa dell’impegno di molti paesi sviluppati a ‘riportare in casa’ le produzioni più strategiche, almeno prevalenti, nonostante la dipendenza ad esempio di alcune importazioni come per le terre rare. Anche il tema dell’impennata di domanda per le fonti energetica a supporto delle più ampie necessita del mondo cinese è divenuto oggetto di divergenza sul tema della sostenibilità ambientale.

Economia in assestamento

Dopo l’ottima ripresa nel 2020, quest’anno la storia risulta diversa. Risolto solo sulla carta il tema della pandemia il paese ha guidato la ripresa macroeconomica a livello globale con il cosiddetto effetto ‘first-in-first-out’. In realtà riforme regolamentari, crisi energetica e problemi immobiliari hanno dato seguito ad una cautela sulla tenuta del sistema paese, anche alla luce della visione di ‘prosperità comune’ di Xi Jinping, modello che non ha convinto e spostato gli investitori verso un atteggiamento prudente sul mercati finanziari. Dal punto di vista del Covid, in Cina sono state vaccinate con doppia dose oltre il 75% della sua popolazione; allo stesso tempo, sono state mantenute regole rigorose di controllo alle frontiere e requisiti di quarantena; l'incertezza della variante Omicron sembra spostare in avanti le restrizioni nel prossimo anno. Le domande più frequenti riguardano: effetto Covid, fino a quando tolleranza zero? E, il forte rallentamento dell'economia cinese quanto si potrà estendere nel 2022? La discesa della crescita del GDP sotto il 5% pesa sulle decisioni di investimento, dopo previsioni di + 7,7% nel 2021. L'intervento del governo ha aiutato lo sviluppo dopo che i blackout che hanno colpito le varie attività. Risulterebbe evidente che una situazione di rallentamento vedrebbe una intensificazione di nuovi aiuti anche se debito pubblico, crisi energetica e nuova visione politica sembrano al momento ostacoli non indifferenti. 


Commenti
trackback:
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Fidelity
iShares
J.P.Morgan Asset Management
AB Global
Axa Investment Managers
UBS Global Asset Management
Pioneer Investments
Schroders
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
Invest Banca Spa
University Campus
Categorie