6 novembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

Intervista durante la trasmissione radiofonica ‘Due di denari’ di Radio 24. I conduttori Debora Rosciani e Mauro Meazza intervistano Corrado Caironi Strategist R&CA riguardo allo scenario che implica le elezioni di midterm e il possibile corso politico nel caso di un cambio delle maggioranze nel Congresso statunitense.

Puoi riascoltare la trasmissione cliccando sul seguente link:

Due di denari del 6 novembre 2018

5 novembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

Sotto l’effetto di una combinazione di fattori, Ottobre si è dimostrato il peggior mese per performance azionarie dal 2012. Nonostante le specificità locali, l’effetto ribasso ha interessato tutti i mercati finanziari in un contagio globale; sono stati temi quali la fermezza sul processo di restringimento monetario della FED e la conferma della fase conclusiva degli acquisti da parte della BCE nel 2019, l’incertezza sui dazi tra Stati Uniti e Cina, i timori di contagio nell’area Euro per le tensioni fiscali sul deficit di bilancio tra Italia e Commissione Europea e l’ipotesi evidente del raggiungimento di un picco degli utili societari negli Stati Uniti, a mettere in moto una forte reazione di avversione al rischio. A smorzare i toni sono ora le ripetute voci di rinegoziazione diplomatica tra Cina e Stati Uniti e le relazioni europee nei confronti dell’Italia ...

3 novembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

L’arrivo imminente delle elezioni di Mid Term negli Stati Uniti, 6 novembre pv, è stato orientato dal ritorno di un certo ottimismo da parte degli operatori, sebbene gli indici azionari rimangano comunque all’interno di una fase di persistente volatilità. La crescita degli utili aziendali, relativa alla Earnings Season del terzo trimestre che ha ormai superato la metà dei risultati, riporta un’avanzata dei profitti a/a del 25% con di sorprese positive per il 75% e, nota interessante, del 60% sui ricavi (vedi intervista PLUS24 del 3 novembre 2018) ...

27 ottobre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

Aspetti finanziari valutativi in fase di assestamento giustificano l’aumento generalizzato della volatilità e l’indecisione degli operatori sulle stime di nuovi trend. Negli Stati Uniti i pacchi bomba, nel pieno della campagna elettorale per il rinnovo del Congresso, fanno da specchietto alle vicine elezioni di Mid Term e al lavoro sulla crescita del paese del Presidente Trump che può far forza sul + 3,5% del GDP nel 3Q18, dopo il + 4% del trimestre precedente, e minimi storici di disoccupazione. La stagione degli utili dell’S&P500 continua con una alta percentuale di sorprese positive, anche se il mercato ha occhi preoccupati sulla restrizione monetaria della FED e al rialzo dei rendimenti dei Treasury ...

26 ottobre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

Le due facce dell’Atlantico presentano dati macroeconomici sicuramente positivi; addirittura l’attuale dato del GDP negli Stati Uniti per il 3Q18, alla prima lettura, è a + 3,5% dopo il + 4,2% del secondo trimestre. In verità le prospettive di medio termine potrebbero dimostrarsi diverse tra le due regioni. A tracciare le stime di rallentamento nell’area Euro sono stati i dati IHS Markit Flash Eurozone PMI®, con il Flash Eurozone PMI Composite Output Index a 52,7 (54,1 a Settembre) ai minimi da 25 mesi. In dettaglio l’indice Flash Eurozone Services PMI Activity è scivolato a 53,3 (54.7), minimi da 24 mesi, mentre il Flash Eurozone Manufacturing PMI Output Index a 51,2 (52,7), minimi da 46 mesi. Infine il Flash Eurozone Manufacturing PMI a 52,1 (53,2) minimi da 26 mesi. All’opposto il Flash US Composite Output Index è salito a 54,8 (53,9), ai massimi da 3 mesi ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie
Login