24 maggio 2020
Inserito da:
0 Commenta

   

Con l’introduzione di una nuova legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong, con l’apertura del Congresso del Nazionale del Popolo cinese, si apre un nuovo periodo di disordini nella ex colonia britannica. La risposta all'incapacità del governo di Hong Kong di attuare la sicurezza ai sensi dell'articolo 23 della Legge fondamentale, quasi una Costituzione, suona come una rivisitazione della precedente sull’estradizione del 2019 e che ha generato proteste per oltre sei mesi. La politica statunitense ha reagito negativamente: due senatori americani hanno chiesto il richiamo della legislazione bipartisan per sanzionare funzionari e banche cinesi che applicano la nuova sicurezza nazionale legge a Hong Kong. Dal punto di vista finanziario il confronto tra Usa e Cina sembra riaccendere i problemi che sembravano superati con la firma dell’accordo commerciale Fase 1, il 15 gennaio scorso alla Casa Bianca, tra il vice-premier cinese Liu He e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ...

 

22 maggio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Sono molti i temi in attesa di sviluppo a cui gli operatori finanziari pongono attenzione, mentre i mercati azionari sembrano aver trovato un trading range con un’ampia area di movimento capace di soddisfare le molte operazioni speculative di brevissimo termine, e aumentando la liquidità di mercato. Gli indicatori di volatilità rimangono relativamente elevati, rispetto alla media degli ultimi anni con l’indice VIX.CBOE sopra 30 punti (media 2019 intorno ai 15 punti) e tempi incerti sul ritorno sotto quota 20, area che segnerebbe una normalizzazione a fronte di visibilità sui fondamentali delle aziende: sono oltre il 40% le società quotate che non ha rilasciato la guidance per i prossimi trimestri. Proprio la volatilità ancora elevata sostiene un più ampio range delle quotazione e dei volumi trattati. Secondo gli analisti, i principali indici del mercato statunitense rimarranno nel range attuale ancora per i prossimi mesi. Gli strategist di portafoglio ritengono poco probabile un ritorno dei listini ai minimi di marzo, soprattutto per effetto della liquidità ancora presente nei portafogli dei gestori azionari attivi, che in caso di flessione del mercato si renderebbero pronti agli acquisti ...

20 maggio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Il miglioramento delle condizioni sanitarie e la riapertura di gran parte delle attività economiche sembra dimostrare quanto si sia ridimensionata la sensibilità ai dati di contagio e ai decessi che hanno costituito pagine e pagine fisiche e digitali dei media negli ultimi tre mesi. La nuova situazione non deve comunque far perdere di vista quanto discusso in questi mesi negli ambienti scientifici e governativi, soprattutto per la prevenzione sanitaria e nella stima dei danni economici. Nelle prospettive del mercato dei capitali la pandemia ha tracciato un solco tra la reattività dei governi per la grave realtà della malattia e della perdita di molte vite, e l’intervento delle banche centrali a bilanciamento della caduta di fiducia a livello globale ...

16 maggio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Gli indici di produzione IHS Markit's PMI di settore a livello globale (Global Output Index, Apr '20), derivanti dal sondaggio periodico dei Responsabili Acquisti aziendali, evidenza un impatto ancora crescente dell’infezione da Coronarvirus COVID-19. Nei dati rilevati in aprile, la pandemia ha portato a cali record nella produzione di ogni settore a livello globale, ad eccezione dei servizi strettamente collegati alla salute. Le serie storiche dall'ottobre 2009 evidenziano un’economia globale con una sana ripresa dopo la crisi finanziaria globale, ma che di colpo ha subìto un grave impatto negativo. Persiste ancora in avanzamento la sola attività dei servizi sanitari, cresciuta al ritmo più alto dal settembre 2012, mentre i relativi settori di farmaceutica e biotecnologia sono leggermente diminuiti, condizionati come la gran parte dei servizi dalla chiusura al pubblico ...

 

15 maggio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

La reazione del governatore della FED Jerome Powell, che risollecita l’amministrazione Trump ad una maggiore presenza politica nel recupero economico, in risposta alla richiesta di nuovi interventi sui FED Funds ovvero di un taglio che porti i tassi in negativo, sembra nascondere il timore di incertezza sull’andamento dei prezzi al consumo e alla produzione dopo il forte swing del petrolio. Il tema che trader ed economisti stanno discutendo è la stima dell’inflazione nei prossimi trimestri tra deflazione, rischio più immediato, o al limite iperinflazione, per la straordinaria liquidità immessa dalle banche centrali. Gli economisti non trovano accordo sulla entità dello shock tra domanda ed offerta per il COVID-19 e tantomeno sugli impatti degli interventi monetari e fiscali, senza precedenti, già posti in essere ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie