14 dicembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

Gli analisti finanziari si chiedono se i recenti dati che mostrano un rallentamento nella crescita economica dell’area Euro non dovrebbero essere meglio riflessi nelle indicazioni di intervento della banca centrale, che sembra invece proseguire nella sua strada. In realtà Mario Draghi nella conferenza stampa ha cercato di moderare le risposte confermando un processo di liquidità che ritornerà in equilibrio, nonostante lo stop agli acquisti di titoli previsto dal Quantitative Easing, senza peraltro approfondire il tema dei riacquisti sui titoli in caso di scadenza in pancia al sistema. Sulle modalità del reinvestimento dei titoli il governatore ne ha nuovamente sminuito l’importanza, evitandone i dettagli. Sul tema del cosiddetto “Twist” all’americana, con cui la Federal Reserve ha venduto titoli a breve per acquistarne a lungo termine, la BCE non risulta convinta preferendo una politica più neutrale ...

12 dicembre 2018
Inserito da:
Categorie: Global Equities
0 Commenta

 

Il 2018 si sta dimostrando un anno particolarmente difficile per l’azionario europeo. Da inizio anno le performance sono negative nonostante il buon andamento dei profitti (+8% l’attuale stima per l’intero 2018); la politica monetaria è rimasta molto espansiva non solo per l’iniziativa della BCE, vedi i tassi negativi sui depositi, ma soprattutto per un Quantitative Easing che seppure progressivamente in diminuzione ha portato avanti importanti acquisti obbligazionari, compresi i titoli sovrani dei paesi dell’intera area Euro. Le performance dei principali indici vedono quindi ad oggi: MSCI Europe a -11,11%, EuroStoxx - 14,15% ed Euro Stoxx 600 - 12,9% ...

6 dicembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

La ripartenza molto brillante dei listini statunitensi di fine novembre si è praticamente dimostrata una mini bolla con la pesante caduta delle borse che ha caratterizzato Wall Street nella sessione di negoziazione del 4 dicembre. L’indice S&P 500 ha perso in una sola seduta il 3.2%, sebbene lo scossone abbia coinvolto tutti gli indici americani, in particolare: Nasdaq Composite - 3.8%, Russell 2000 - 4.4% e S&P Small Cap 600 - 4,61%. In questa fase convulsa di mercato l’indice di volatilità VIX ha reagito con determinazione proiettandosi vicino ai 25 punti, così come l’ulteriore allargamento degli spread sul Credito. La ragione che sembra abbia ‘sovra’ alimentato le vendite di azioni troverebbe conferma nella combinazione di un recente atteggiamento ‘dovish’ della Fed, meno ferma nel restringimento rispetto ai mesi precedenti, con le attese di una situazione di vero rallentamento economico per il prossimo anno ...

 

20 novembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

     

La forte discesa dei titoli tecnologici statunitensi ha portato sfiducia negli investitori del settore che si sono visti erodere in poche settimane gli importanti progressi costruiti nel tempo. Amazon negli ultimi cinque anni è passata gradualmente da 300 $ al massimo di 2003 $ del 30 settembre scorso, dopo una crescita forse troppo accelerata negli ultimi diciotto mesi; a sole poche settimane dai sui massimi il titolo ha però perso un quarto del suo valore scendendo a 1512 $, sebbene mantenga una performance di + 35% ad un anno. I valori del titolo ad oggi, per una valutazione comparativa (fonte Bloomberg) sono: P/E Ratio 93.70x, Bloomberg (BEst) P/E Ratio 46.0643x, Price to Book Ratio 18.9012, Price to Sales Ratio 3.3210, EPS 16.14$: rapporti che comunque evidenziavano una valutazione ambiziosa sui profitti futuri. In linea col settore la stessa sorte è stata riservata a Facebook, Apple, Netflix e Google (FAANG) ...

5 novembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

Sotto l’effetto di una combinazione di fattori, Ottobre si è dimostrato il peggior mese per performance azionarie dal 2012. Nonostante le specificità locali, l’effetto ribasso ha interessato tutti i mercati finanziari in un contagio globale; sono stati temi quali la fermezza sul processo di restringimento monetario della FED e la conferma della fase conclusiva degli acquisti da parte della BCE nel 2019, l’incertezza sui dazi tra Stati Uniti e Cina, i timori di contagio nell’area Euro per le tensioni fiscali sul deficit di bilancio tra Italia e Commissione Europea e l’ipotesi evidente del raggiungimento di un picco degli utili societari negli Stati Uniti, a mettere in moto una forte reazione di avversione al rischio. A smorzare i toni sono ora le ripetute voci di rinegoziazione diplomatica tra Cina e Stati Uniti e le relazioni europee nei confronti dell’Italia ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Fidelity
iShares
J.P.Morgan Asset Management
AB Global
Axa Investment Managers
UBS Global Asset Management
Pioneer Investments
Schroders
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
Invest Banca Spa
University Campus
Categorie