26 gennaio 2010
Inserito da:
0 Commenta

Nonostante il mercato presenti una forte incertezza sulle aspettative di una robusta ripartenza dei tassi di interesse a lungo termine, molti Investment Strategists sono convinti che i tassi, già nella seconda parte dell'anno, avranno modo di risalire fino a portarsi sopra il 5% entro la fine del 2010 (US Treasury Bond 10 anni stamane è al 3,58%).

Questo sembra porre alcuni quesiti sul tavolo: in primis quale sarà l'atteggiamento degli investitori che dovranno rivedere i loro portafogli durante questi primi sei mesi dell'anno e, dopo due anni a tassi "zero", ripensare alla redditività delle nuove cedole in concorrenza con i dividendi aziendali; inoltre l'aumento dei tassi rimetterà in discussione il "rating" di alcuni paesi con conseguente aumento della volatilità, proprio oggi S&P ha abbassato l'outlook sul debito giapponese (Jan. 26 (Bloomberg) -- Japan’s sovereign credit rating outlook was lowered by Standard and Poor’s because of diminishing “flexibility” to cope with a swelling debt load and concern about the lack of a plan to rein in budget deficits.); e non ultimo, come reagiranno i mercati delle commodities alla ripartenza della domanda di un nuovo ciclo economico ed i riflessi inflattivi dei prezzi prima alla produzione e poi al consumo. 

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Fidelity
iShares
J.P.Morgan Asset Management
AB Global
Axa Investment Managers
UBS Global Asset Management
Pioneer Investments
Schroders
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
Invest Banca Spa
University Campus
Categorie