29 novembre 2016
Inserito da:
Categorie: Global Equities, Sectors
0 Commenta

     

Gli indici statunitensi restano appesi sui loro livelli massimi; i flussi continuano a premiare il principale mercato azionario mondiale per l’ottimo andamento degli utili dell’ultimo trimestre che al contrario delle attese estive ha visto l’indice S&P500 invertire la rotta portando il bilancio complessivo degli Earning per Share – EPS in aumento dello 3,2%, trimestre su trimestre, rispetto ad attese di -2,2%. Le prospettive rimangono positive oltre che per l’effetto stagionale che abbraccia questa classe di attivo nel periodo invernale, anche per le indicazioni di crescita, investimenti e tagli di imposta fornite dal presidente eletto Donald Trump durante la sua campagna elettorale. A livello settoriale gli analisti evidenziano in particolare tre settori favoriti: Energy, Financials e Infrastructures ...

27 novembre 2016
Inserito da:
0 Commenta

      

Dai giorni precedenti l’elezione del neo presidente americano Donald Trump, l’indice S&P500 ha inanellato una serie di nuovi record, contrariamente a quanto prospettato dai sondaggi antecedenti il voto, passando dal minimo di periodo di 2085 punti ai recenti 2204 con un rialzo di oltre il 6%. Le valutazioni sono quindi tornate ai livelli estivi con i P/E fwd 12 mesi a 16,8x e utili stimati a 131,19$, rapporto segnalato sopra la media storica a cinque anni di 15x. A sostegno del mercato finanziario statunitense rimane inoltre il rafforzamento del dollaro, mentre l’aumento dei rendimenti dei Titoli del Tesoro statunitense tende ad incorporare un possibile scenario di rialzi dei FED Funds nei prossimi dodici mesi ...

25 novembre 2016
Inserito da:
0 Commenta

 

Le avvisaglie di una situazione geopolitica in evoluzione si sono manifestate in Europa soprattutto con un generalizzato aumento dei rendimenti dei titoli sovrani ed in particolare con l’ampliamento degli spread dei titoli di stato periferici, BTP/Bund in primis. Se con la Brexit il tema del ‘populismo’ legato all’insoddisfazione generale verso una politica di posizione, è stato tolto dal tavolo europeo rimandando la trattativa dell’art.50 al marzo 2017, con la vittoria di Donald Trump negli Usa il tema è tornato vivo. Gli investitori si trovano davanti nei prossimi dodici mesi una lunga stagione elettorale che vede in successione: il 4 dicembre prossimo elezioni politiche in Austria e Referendum in Italia, 15 marzo 2017 elezioni nazionali in Olanda, 23 aprile primo turno delle presidenziali in Francia, e tra settembre e ottobre le elezioni federali in Germania per la designazione del nuovo governo. Secondo gli analisti i veri trigger sul futuro dell’Europa riguardano gli eventi nei paesi maggiori ovvero Referendum italiano ed elezioni in Francia e Germania. Proprio in quest’ultimo paese è iniziata una campagna in largo anticipo con la ricandidatura di Angela Merkel per il quarto mandato successivo; è invece rimasto fuori dai giochi francesi Nicolas Sarkozy dove nelle primarie dei conservatori rimane in testa Francois Fillion davanti a Alain Juppé ...

23 novembre 2016
Inserito da:
Categorie: Global Allocation
0 Commenta

   

Con l’ultimo dato trimestrale di crescita del GDP a +6,7% annuo la Cina si mantiene all’interno del target range programmato dal governo di 6,5 - 7%. Secondo gli economisti, il previsto calo della crescita per la più grande economia asiatica sarebbe stato in realtà rimandato al prossimo anno con stime di espansione più limitate, anche per una maggiore incertezza nel quadro geopolitico, con previsioni di crescita sotto il 6% e un tasso di inflazione che invece passerebbe dal 2% del 2016 al 2,7% nel 2017 ...

19 novembre 2016
Inserito da:
0 Commenta

         

Come da programma, dopo le elezioni presidenziali negli Stati Uniti, l’attenzione degli operatori si è spostata sugli eventi geopolitici concentrati nei mesi a venire in Europa: in primis il Referendum in Italia, a seguire le elezioni in Austria, Olanda, Francia e, nel settembre del prossimo anno, in Germania. Mesi importanti che vedranno probabilmente nuovi volti nell’arena politica locale di molti paesi. La netta impressione per l’esito del referendum italiano, come già visto per Brexit e Trump - contro le proiezioni dei sondaggi, è che qualsiasi risultato ne uscirà “il mercato finanziario se ne farà una ragione!”; in Italia ci sono comunque molti problemi sui numeri di bilancio e debito ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie