21 dicembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

La redazione di R&CA si prende un periodo di vacanza, ritorneremo puntuali dopo le festività a metà gennaio 2019. Per tutti gli iscritti alla Community le attività comunque continueranno. Non dimenticate di accedere periodicamente al vostro Virtual Office e controllare la bacheca delle Attività e Avvisi.

Non perdetevi i report degli Outlook 2019  che verranno pubblicati nelle prossime settimane nello stand di R&CA

Auguriamo a tutti un sereno Natale e un 2019 di rigenerato successo!

19 dicembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

Si è svolta oggi la Tavola Rotonda Virtuale della community dal titolo:

Outlook 2019: macroeconomia e mercati finanziari

Per il prossimo anno gli elementi strutturali su cui si concentreranno i gestori di portafoglio sembrano chiari: il primo riguarda la politica monetaria negli Stati Uniti ed in Cina, ma anche nelle altre principali economie; il secondo, la crescita dei profitti societari quale punto di riferimento dei multipli di valutazione azionaria; il terzo, gli equilibri commerciali tra le grandi realtà economiche e nei paesi Emergenti; infine la rotazione dei portafogli per macro asset class … Dopo anni di preferenza per le classi di attivo più rischiose, gli Strategist stanno ripensando la composizione del portafoglio.

Quali saranno quindi le logiche per affrontare i mercati finanziari ed individuare le asset class premianti nel nuovo anno?

Alcuni brevi commenti degli ospiti:

Macroeconomics: ”L’espansione dell’economia globale continua, ma i recenti dati macroeconomici indicano che la crescita ha raggiunto il suo apice. Le nostre stime di crescita del PIL globale per il 2018 rimangono al 3,3% ma ci aspettiamo che scenda al 2,9% nel 2019, a causa di un rallentamento in Europa e nei Mercati Emergenti. Gli Stati Uniti continuano a manifestare un buon equilibrio, con crescita moderata e inflazione in leggero aumento…”

Mercati obbligazionari: ” In America il passaggio della Fed da “pilota automatico” a “dipendente dai dati” è un segnale importante di stabilizzazione per il Treasury, sul quale si può passare da un orientamento negativo a uno neutrale. In Europa il quadro macroeconomico è in deterioramento … finirà quindi per dipendere prevalentemente da fattori esterni le cui dinamiche sono molto incerte. A fronte di questo contesto diventa sempre più difficile mantenere una posizione di sottopeso sui Core europei …”

Commodity: ” Contestualizzando l’andamento dell’asset class ai temi macroeconomici, ci aspettiamo che se le questioni geopolitiche si dovessero stabilizzare e l'attività&sviluppo economico non vengono frenate, potremo assistere innanzitutto ad un rally dei Metalli di Base, con un possibile slancio per il settore dell’Energia, Gas e Petrolio, i quali supporterebbero anche il settore Agricolo ...”

Mercati azionari: ” Gli attuali livelli di valutazione sono ritenuti attraenti per i mercati azionari giapponese e dei paesi emergenti, mentre le borse americane ed europee sono in linea con le medie di lungo periodo. Pur rimanendo cauti sul lungo termine, il pessimismo degli investitori che ha investito i mercati nelle ultime settimane è ritenuto eccessivo e ci ha indotto ad assumere una posizione tattica di sovrappeso sulle borse dei paesi sviluppati...”

Asset Allocation: ” Se abbiamo ragione dicendo che la prossima recessione economica inizierà nel 2020, allora prima o poi nel 2019 il mercato azionario raggiungerà i suoi picchi. Fino ad allora, ci si può aspettare una performance ancora solida basata sul concetto di fondamentali solidi. Ma dobbiamo stare attenti e non lasciarci sfuggire il momento giusto per ridurre i titoli nei nostri portafogli … Infine, parliamo di titoli di Stato. Per loro ci sarà una grande opportunità di acquisto nel corso del 2019. Soprattutto i titoli governativi USA sono sempre più interessanti ...”

Relatori alla Tavola Rotonda Virtuale:

Kurt Schappelwein Head of Multi Asset Strategies, Deputy CIO di Raiffeisen CM; Donatella Principe Director - Market and Distribution Strategy di Fidelity; Irene Lauro Economist di Schroders; Maria Paola Toschi Global Market Strategist di J.P.Morgan Asset Management; Manuel Pozzi Investment Director Italy di M&G Investments; Massimo Dalla Vedova Director Financial Institutions di AllianceBernstein; Toby Nangle Global Head of Asset Allocation, Head of Multi-Asset, EMEA di Columbia Threadneedle Investments; Antonino Cipriano Senior Sales Manager di BNP Paribas Asset Management; Cristiano Iacopozzi Docente di Asset Allocation, Facoltà di Economia, Università di Siena e Corrado Caironi Chief Investment Strategist di R&CA

Leggi la Investment Newsletter con le minute della Tavola Rotonda Virtuale cliccando sul seguente link:

Outlook 2019: macroeconomia e mercati finanziari 

16 dicembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

In Europa la situazione di generale incertezza è stata fronteggiata da una altrettanto accentuata difficoltà politica; sul tema ci sono le manifestazioni a Parigi e gli avvenimenti terroristici a Strasburgo, la problematica negoziazione per una Brexit concertata dopo la fiducia al governo di Theresa May nel Regno Unito e la trattativa tra il governo italiano e la commissione europea sul deficit 2019 per evitare la procedura di infrazione. Gli indicatori di fiducia, anticipatori della evoluzione economica, hanno confermato la complessità del quadro di riferimento ...

14 dicembre 2018
Inserito da:
0 Commenta

 

Gli analisti finanziari si chiedono se i recenti dati che mostrano un rallentamento nella crescita economica dell’area Euro non dovrebbero essere meglio riflessi nelle indicazioni di intervento della banca centrale, che sembra invece proseguire nella sua strada. In realtà Mario Draghi nella conferenza stampa ha cercato di moderare le risposte confermando un processo di liquidità che ritornerà in equilibrio, nonostante lo stop agli acquisti di titoli previsto dal Quantitative Easing, senza peraltro approfondire il tema dei riacquisti sui titoli in caso di scadenza in pancia al sistema. Sulle modalità del reinvestimento dei titoli il governatore ne ha nuovamente sminuito l’importanza, evitandone i dettagli. Sul tema del cosiddetto “Twist” all’americana, con cui la Federal Reserve ha venduto titoli a breve per acquistarne a lungo termine, la BCE non risulta convinta preferendo una politica più neutrale ...

12 dicembre 2018
Inserito da:
Categorie: Global Equities
0 Commenta

 

Il 2018 si sta dimostrando un anno particolarmente difficile per l’azionario europeo. Da inizio anno le performance sono negative nonostante il buon andamento dei profitti (+8% l’attuale stima per l’intero 2018); la politica monetaria è rimasta molto espansiva non solo per l’iniziativa della BCE, vedi i tassi negativi sui depositi, ma soprattutto per un Quantitative Easing che seppure progressivamente in diminuzione ha portato avanti importanti acquisti obbligazionari, compresi i titoli sovrani dei paesi dell’intera area Euro. Le performance dei principali indici vedono quindi ad oggi: MSCI Europe a -11,11%, EuroStoxx - 14,15% ed Euro Stoxx 600 - 12,9% ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie