29 aprile 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Sconvolte completamente le previsioni di crescita di fine anno, la verifica dell’attuale situazione vede una contrazione economica globale che potrebbe dimostrarsi più severa dalla Grande Depressione del ’29, e in ogni caso più rapida. I primi dati, peraltro ancora provvisori, stimano una produzione industriale globale in contrazione di circa il 10% nei primi quattro mesi dell’anno: dato che negli ultimi 70 anni si è manifestato inferiore solo nel 1973 e 2008, sebbene mai in un tempo così ristretto, visto il fermo di una enorme parte dell’economia per effetto del virus. Dopo il dato di -6,8% del GDP annuo nel primo trimestre in Cina, si attendono i risultati dell’area Euro dove il contagio è arrivato in ritardo rispetto all’Asia ...

 

25 aprile 2020
Inserito da:
0 Commenta

      

Le recenti sedute delle borse azionarie hanno mostrato un andamento laterale a fronte di un’ulteriore riduzione della volatilità, VIX CBOE sotto i 36 punti ai minimi da inizio marzo, nonostante la caduta dei prezzi petroliferi con problemi negli Stati Uniti sulle consegne del future WTI e l’accentuarsi della crisi di tutti i settori dei servizi. Gli studi e le attese iniziative dei governi sulla ‘riapertura’, prevista in forma graduale in molti stati dopo i dati decrescenti dei contagi da Coronavirus, sembrano portare più visibilità ad una ripresa verso la normalizzazione. In Europa la Commissione Europea ha avviato il dibattito sul Recovery Fund, di circa 1000 mld Euro, che ha trovato conferma in un importante contributo della Germania, anche se mancano i dettagli sia dei tempi che del suo utilizzo. L’Italia, grande osservato per l’aumento dello spread BTP/Bund, ha trovato la conferma del rating BBB con outlook negativo da parte di Standard & Poor’s, grazie anche al sostegno della Bce; le stime sono di un calo del GDP del 9,9% quest'anno e un rimbalzo del 6,4% nel 2021 ...

24 aprile 2020
Inserito da:
Categorie: Sectors
0 Commenta

   

Nel nostro post del 12 settembre 2019 si evidenziava quanto la spinta generalizzata dei banchieri centrali verso una politica monetaria espansiva avrebbe condizionato tutti gli asset finanziari più difensivi e tra questi Oro e metalli preziosi. Le prospettive di investimento per l'oro si concentravano sul dubbio “se e quando l'economia americana, e poi nel resto del mondo, avesse affrontato una recessione”. Le previsioni degli economisti prevedevano tempi ancora lunghi viste le potenzialità di crescita dell’economia americana, con un solido mercato del lavoro e aumento consumi, e la ripresa attesa nei paesi emergenti dopo gli accori commerciali USA-Cina. Questa ultima visione metteva di fatto il prezzo dell’oro in una fase laterale in attesa di maggiori indicazioni dei dati effettivi. La indicazione di investimento era per una presenza del metallo prezioso nel portafoglio, vista comunque la fase matura del ciclo economico, come buon diversificatore.

Metalli preziosi vs Recessione economica

Dal 12 settembre scorso il future Gold (Comex) è passato da 1.507 $oz agli attuali 1.755 $oz con un rialzo di oltre il 16%, concentrato soprattutto dalla metà di febbraio. La corsa ai beni rifugio è stata condizionata dalla diffusione della pandemia da Coronavirus partita dalla Cina e dalle conseguenti prospettive economiche che hanno visto precipitare le stime di crescita economica globale ...

22 aprile 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

La recente ripresa nei mercati azionari, un rally da Bear Market con il recupero di oltre la metà delle perdite, sembra comunque pretendere un riesame dell'entità dei danni ancora tutti da verificare sull'economia globale. Sicuramente il rimbalzo di borsa è giustificato da dimensioni, portata e velocità della risposta senza precedenti delle Banche Centrali; d’altra parte l’aumento delle implicazioni di un ‘fermo così esteso dell’economia’ lascia intendere gravissime conseguenze sui dati economici, con stime peggiori dell’ultima Grande Depressione. Secondo gli analisti, dopo la generale caduta del GDP nel primo e secondo trimestre, il punto di minimo della recessione potrebbe verificarsi nel periodo estivo, in un tempo potenzialmente limitato, ma tra i più estremi della storia moderna ...

18 aprile 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

I mercati finanziari cercano nuovi equilibri dopo la rapida caduta dei listini azionari e le prospettive di una profonda recessione economica che li accompagnerà nei prossimi trimestri. I punti di osservazione a cui gli operatori finanziari sembrano guardare con preoccupazione, ma anche con ritrovata fiducia, riguardano in primo luogo la curva delle infezioni da Coronavirus: la percezione di un avvicinamento ad un punto di discesa a livello globale sembra vicino, sebbene non confermato. In secondo luogo i primi dati reali sul fermo dell’economia. In Cina i dati del 1^ trim. hanno segnato una contrazione del GDP senza precedenti -6.8% y/y (-9.8% q/q); il FMI ha aggiornato le sue stime globali con un -3% nel 2020 e un + 5,8% nel 2021. Anche se le previsioni segnalerebbero una temporanea caduta della crescita economica, dal punto di vista settoriale/societario la situazione potrebbe essere diversa non solo per i ricavi ed i profitti, ma soprattutto per il cambio di rotta sulle abitudini delle persone derivante dalla crisi sanitaria e da una possibile seconda ondata: terzo punto di riflessione ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie