30 giugno 2017
Inserito da:
Categorie: Sectors
0 Commenta

 

Le analisi sul sistema bancario europeo sembrano dimostrare il cambiamento più volte auspicato nel suo continuo processo di ristrutturazione. La crisi finanziaria del 2008 non ha cambiato il trend che da molti anni era in corso, ovvero di una minore presenza fisica nei servizi monetari rispetto all’aumento di piattaforme digitali adeguate alle operazioni ordinarie, ma anche di una focalizzazione ai servizi dedicati al pubblico, ai prestiti e alla consulenza finanziaria nel mondo degli investimenti in portafogli ottimizzati, fondi comuni e gestioni personalizzate. Innanzi tutto i numeri: la razionalizzazione nel sistema bancario europeo ha portato il numero delle banche da 8600 del 2008 alle attuali 6500 con una riduzione di circa il 25% ...

28 giugno 2017
Inserito da:
Categorie: Global Equities, Sectors
0 Commenta

 

Sul tema della rotazione settoriale si è già avuto modo di parlare nel post del 30 maggio scorso “settori ciclici in Usa” dove si evidenziavano due aspetti principali: il primo, le valutazione degli indici Usa che si dimostravano meno competitive rispetto ad altri mercati azionari, come quello europeo; il secondo, un ridimensionamento del dollaro dopo l’importante ripresa degli ultimi anni che ha aggiunto agli investitori europei in dollari il 25% di performance per il solo effetto cambio con l’Euro-Dollaro passato dalla metà del 2014 da 1,37 a 1,05 a fine 2016 (oggi a 1,135). Il rischio quindi di cambi improvvisi di trend potrebbe manifestarsi con effetti più o meno desiderati ...

24 giugno 2017
Inserito da:
0 Commenta

 

Con il rialzo e i nuovi massimi storici sui listini statunitensi sembra tornare di moda il rito della rotazione degli attivi in portafoglio, nello specifico la maggiore attenzione ritorna su singoli settori rispetto ai grandi indici. In particolare la ‘sector rotation’ in queste ultime settimane ha coinvolto quattro settori, in focus per diversi motivi. Il primo è sicuramente quello dell’energia; la caduta dei prezzi del petrolio che ha visto la quotazione del WTI scendere in un mese di quasi 10$b chiudendo il leggero recupero a 43$b, ha posto nuovamente il tema sulla solidità delle società del settore dopo un periodo di recupero di produzione e utili ed il rafforzamento patrimoniale sul lato obbligazionario ... 

23 giugno 2017
Inserito da:
Categorie: Sectors
0 Commenta

 

Gli operatori si stanno preoccupando del ribasso del petrolio, in avvicinamento ai 40$b, per la dubbia capacità di riequilibrio del mercato fisico. Le proiezioni di approvvigionamento delle agenzie petrolifere rispetto alla domanda sembrano supportare un calo teorico delle scorte per il periodo estivo riconosciuto come particolarmente intenso dal lato della richiesta di energia sia per gli spostamenti che per la climatizzazione. In realtà la discesa dei prezzi petroliferi sembra destinata a continuare; era iniziata esattamente tre anni fa nel giugno del 2014 quando le quotazione del greggio WTI erano a 107$b ...

19 giugno 2017
Inserito da:
0 Commenta

 

L’ottimismo di molti economisti americani sembra in qualche modo scontrarsi con le opinioni degli strategist di portafoglio. Entrando nel merito ci sono due visioni contrastanti dell’economia statunitense rappresentata dai primi con un aumento delle previsioni di crescita economica in una lettura sicuramente positiva dell’attuale evoluzione; mentre secondo gli strategist, negli Stati Uniti i dati più recenti hanno mostrato un rallentamento dei consumi, un mercato immobiliare sicuramente meno brillante ed un ritmo di ingressi nel mercato del lavoro dimezzato rispetto allo scorso anno: segnali di un calo di momentum ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie