26 giugno 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Si continua a discutere sulla straordinarietà di questa fase economica in ordine a specifiche particolarità mai registrate prima d’ora: blocco della maggior parte di negozi e servizi, per evitare il contagio da Coronavirus in aree comuni, interruzione delle catene di approvvigionamento e all’opposto aree di stoccaggio complete (es. petrolio WTI). Un altro elemento di discontinuità sono state le performance azionarie che hanno previlegiato lo stile Growth e nel caso dei settori la performance stellare del Technology. Alla luce di queste dinamiche gli strategist hanno riaggiornato i modelli di asset allocation che confrontano le fasi del ciclo economico con le migliori performance delle attività finanziarie. Di interesse la ricerca dei money manager di Schroders che hanno elaborato le più recenti informazioni confrontandole con i dati storici del mercato statunitense ...

25 giugno 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

La velocità di propagazione del Covid-19 a livello globale ha obbligato i governi a qualche riflessione in ordine allo stato delle catene di approvvigionamento, alla loro efficienza e dipendenza. E’ risultato chiaro che la completa dipendenza da importazioni/esportazioni di specifici prodotti, molti dalla Cina, è risultato un caveat insuperabile in una situazione di emergenza e di confinamento delle aree infette soggette a quarantena. Gli Stati Uniti hanno annunciato in aprile che il governo coprirà i costi delle multinazionali che vogliono trasferire le attività presenti in Cina. Così allo stesso modo il governo giapponese ha lanciato un piano da 2,2 miliardi di dollari per incoraggiare le aziende manifatturiere giapponesi presenti in Cina o nei paesi dell'ASEAN a tornare in Giappone. In Europa il ministro dell'Economia e delle Finanze francesi, Bruno Le Maire, ha proposto una revisione sulla catena di approvvigionamento dalla Cina per i settori automobilistico, farmaceutico e aerospaziale. Con la pandemia da Covid-19, in Italia ci si è resi subito conto della completa mancanza di aziende locali capaci di fornire la strumentazione essenziale come mascherine, respiratori e farmaci di sollievo ...

4 giugno 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

In risposta alle proteste contro l'uccisione di George Floyd, a Washington il presidente Donald Trump ha minacciato l’invio di "migliaia di soldati pesantemente armati" per le strade delle principali città coinvolte in scontri violenti, informando che la Guardia Nazionale è schierata non solo nella capitale, ma pronta a qualsiasi intervento. La situazione di emergenza a causa delle manifestazioni iniziate a Minneapolis, in Minnesota, si è allargata a macchia d’olio nel paese in un moltiplicarsi di incidenti e centinaia di arresti; in molte aree le autorità locali hanno imposto il coprifuoco. L’esplosione della rabbia arriva in un momento particolarmente difficile per gli Stati Uniti che vede 1,9 milioni di casi da Coronavirus e oltre 100.000 decessi, in una crisi economica in accelerazione ...

28 maggio 2020
Inserito da:
Categorie: Global Allocation
0 Commenta

  

Gli strategist di portafoglio trovano nell’attuale situazione di incertezza economica la necessità di rivedere i ritorni attesi delle classi di attivo in ordine a tre fattori di intervento causati dalla pandemia da Covid-19: a) interventi straordinari delle autorità monetarie, b) revisione dei budget fiscali di tutte le più importanti economie, e c) cambiamenti comportamentali, che in parte potrebbero divenire strutturali, per consumi ed investimenti. A dettare le regole delle percentuali annualizzate di ritorno su un orizzonte di cinque anni, sono principalmente due elementi a forte impatto finanziario ovvero l’aumento ‘senza limiti’ del Quantitative Easing della FED, seguita dalle più importanti banche centrali, e la sospensione temporanea di una gran parte delle attività economiche a livello globale per l’emergenza sanitaria. Da un lato quindi l’aumento della disoccupazione che rende necessario da parte dei governi di un impegno di bilancio supplementare a supporto delle famiglie, e dall’altro l’accentuarsi dei problemi delle attività economiche legati principalmente a carenza di liquidità, mancati ricavi, redditività e investimenti ...

22 maggio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Sono molti i temi in attesa di sviluppo a cui gli operatori finanziari pongono attenzione, mentre i mercati azionari sembrano aver trovato un trading range con un’ampia area di movimento capace di soddisfare le molte operazioni speculative di brevissimo termine, e aumentando la liquidità di mercato. Gli indicatori di volatilità rimangono relativamente elevati, rispetto alla media degli ultimi anni con l’indice VIX.CBOE sopra 30 punti (media 2019 intorno ai 15 punti) e tempi incerti sul ritorno sotto quota 20, area che segnerebbe una normalizzazione a fronte di visibilità sui fondamentali delle aziende: sono oltre il 40% le società quotate che non ha rilasciato la guidance per i prossimi trimestri. Proprio la volatilità ancora elevata sostiene un più ampio range delle quotazione e dei volumi trattati. Secondo gli analisti, i principali indici del mercato statunitense rimarranno nel range attuale ancora per i prossimi mesi. Gli strategist di portafoglio ritengono poco probabile un ritorno dei listini ai minimi di marzo, soprattutto per effetto della liquidità ancora presente nei portafogli dei gestori azionari attivi, che in caso di flessione del mercato si renderebbero pronti agli acquisti ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie