17 luglio 2019
Inserito da:
Categorie: Global Equities, Sectors
0 Commenta

 

Da inizio anno le azioni di Facebook sono passate da 130 $ agli attuali 200 $ (+55%), ritornando vicine ai loro massimi storici di 209,90 $ di un anno fa, nonostante i timori di una incombente sanzione. Infatti si è in attesa del via libera da parte del Dipartimento di Giustizia statunitense per l’applicazione di una multa da cinque miliardi di dollari proposta dalla Federal Trade Commission, l’agenzia del governo americano posta a garanzia di consumatori e mercato, al termine dell’indagine del 2018 sul caso Cambridge Analytica e della cessione da parte di Facebook di dati sensibili dei propri iscritti ...

10 luglio 2019
Inserito da:
0 Commenta

 

Corrado Caironi, Investment Strategist di R&CA, nella sua Newsletter dedicata all’Outlook del secondo semestre del 2019 analizza le prospettive macroeconomiche ed i trend dei mercati finanziari con l’obiettivo di offrire indicazioni di Asset Allocation per i portafogli di investimento.

Dati e Performance: i mercati finanziari hanno avuto un periodo particolarmente brillante con ritorni sopra le attese. Le migliori performance da inizio anno sono state registrate dagli indici azionari statunitensi con il mercato Nasdaq sopra il 20%, seguito dall’indice S&P500 a + 18,5%. Le borse americane hanno approfittato di un buon andamento economico e di una sostanziale tenuta di utili e ricavi delle più importanti società quotate; i flussi di investimento hanno riportato le borse Usa a segnare nuovi massimi storici. Molto bene si sono dimostrati sia l’intero comporto obbligazionario che le commodities …

Ciclo economico globale… i temi di incertezza, soprattutto nelle situazioni geopolitiche, mostrerebbero incidenze di bassa crescita locali a macchia di leopardo in corrispondenza a relative politiche monetarie e fiscali. Il perdurare della ‘guerra commerciale’ tra Stati Uniti e Cina, un rilancio dell’economia in Europa per affrontare una probabile hard Brexit (rimandata al 31 ottobre), e le difficili relazioni internazionali innestate da sanzioni, dazi, prezzi del petrolio e rivendicazioni nucleari, rimangono a lato di un mercato che naviga a vista e che deve fare i conti con la conclusione di un lunghissimo ciclo economico e il sostegno delle banche centrali …

Banche Centrali… il cambiamento su ampia scala nella politica monetaria ha preso progressivamente vigore. La preoccupazione di un prolungato stress finanziario, derivante dalla politica restrittiva statunitense della FED, è svanita con i ripetuti annunci dei membri del FOMC e definitivamente accantonata dal governatore della FED Jerome Powell

Prospettive dei mercati finanziari: … dalle evidenze, una ritrovata politica espansiva più incisiva della BCE, atta a dare credibilità ad una ripresa economica nell’Area Euro, darebbe credito ad una tenuta delle stime su ricavi e profitti aziendali, e alla opportunità offerte da multipli contenuti del rapporto P/E fwd 12m ben sotto quelli americani con lo STOXX Europe 600 a 14,6x (DAX tedesco a 13,9x e MSCI Italia a 10,8x). Le indicazioni sui profitti vedono per l’intero 2019 un aumento vicino al 5% …

Aspetti da considerare nel 2H19: … il nuovo scenario proposto dagli Strategist di portafoglio ha cancellato la normalizzazione delle curve dei rendimento obbligazionarie a favore di una politica monetaria espansiva. La liquidità attesa dalle banche centrali cercherà di moderare l’arrivo di una recessione che potrebbe comunque manifestarsi in fasi progressive e tempi dilatati. La correlazioni tra Equity e Bond torna ad essere condizionata dagli interventi delle banche centrali, mettendo in gioco la normale gestione …

Leggi l’Investment Newsletter di Corrado Caironi cliccando sul seguente link:

Investment Outlook 2^ semestre 2019: Scenario Macroeconomico e prospettive dei mercati finanziari

28 giugno 2019
Inserito da:
0 Commenta

 

La riconoscenza della comunità europea al governatore della Banca Centrale Europea si è evidenziata nell’incontro a Sintra in Portogallo dove i politici presenti si sono alzati per una standing ovation a Mario Draghi come conferma per l’eccellenza del lavoro fatto e delle decisioni che hanno guidato l’autorità di controllo monetario in un periodo sicuramente difficile. Dopo le parole di Jens Weidmann della Bundesbank che hanno elogiato Draghi per l’efficacia dei suoi strumenti, persino il presidente Usa Donald Trump ha parlato di Draghi come persona capace che vorrebbe alla FED. Sebbene manchino solo tre riunioni alla chiusura del suo mandato sembra che Draghi non voglia lasciarsi scappare un ultimo intervento in una fase di mercato che vede nell’area Euro una particolare incertezza ...

27 giugno 2019
Inserito da:
0 Commenta

 

Da tempo ci si interroga sui cambiamenti che economia, e finanza, dovranno sostenere nelle evidenze di una evoluzione del sistema politico che ha dato un forte segnale di inversione dal lungo percorso tracciato della globalizzazione. Non è solo la politica protezionistica di Donald Trump, che ha portato alla guerra commerciale con il resto del mondo ed in particolare con la Cina, ma la presa di coscienza che si creino dei ‘colli di bottiglia’ pericolosi. Gli analisti della materia sostengono che non è ancora giunta la fine della globalizzazione, come l’abbiamo vissuta negli ultimi vent’anni, ma che ci troviamo davanti ad un forte cambiamento con impatti ancora imprevedibili ...

7 giugno 2019
Inserito da:
0 Commenta

 

A guidare i mercati è tornata la volatilità e la conseguente ‘inappetibilità per il rischio’ per la parte più rischiosa del portafoglio. Sono ormai molti i gestori azionari che hanno aumentato la parte di liquidità nei portafogli, dopo una modesta richiesta di rimborsi. I dati macroeconomici continuano a mostrare un complesso mix di output, impattati peraltro dalla incapacità di prevedere quanto e come si svilupperà la ‘guerra commerciale’ di Trump. Il trend meno negativo di questi giorni è stato invece legato al sentiment degli operatori a seguito delle indicazioni delle banche centrali. Dopo l’appassionata apertura di Jerome Powell ad una possibile riduzione dei FED Fund, gli operatori sono già convinti di un taglio dei tassi nella riunione del FOMC di fine luglio, è toccato a Mario Draghi estendere l’attuale livello di politica espansiva della BCE fino alla prossima metà del 2020, quanto in realtà lui sarà ormai fuori dalla banca centrale ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie