27 gennaio 2022
Inserito da:
0 Commenta

  

Nella conferenza stampa della FED, il presidente Jerome Powell si è di fatto ‘rifiutato’ di fornire chiarimenti sul ritmo degli rialzi dei FED Funds, dicendo invece che gli interventi della Fed saranno guidati dai prossimi dati effettivi. Tuttavia ha riferito che ci sono gli spazi per aumentare i tassi di interesse senza danneggiare il mercato del lavoro e la crescita economica secondo le indicazioni di ampio consenso in seno al Comitato esecutivo FOMC. Le osservazioni fornite durante le conferenza stampa hanno sottolineato il diverso stato dell'economia rispetto all'ultimo ciclo in cui i rialzi dei tassi sono avvenuti gradualmente. Powell non ha voluto entrare nel merito del processo di rialzo dei FED Funds informando che i singoli partecipanti al comitato stanno ancora valutando il probabile ritmo di salita nel rispetto delle singole previsioni e che solo in occasione dell’incontro di marzo ci saranno ulteriori dettagli. Powell ha inoltre osservato che la FED non è l'unico ‘giocatore in città’, poiché anche l'impulso fiscale meno positivo avrà un effetto ‘restrittivo’ sulla crescita di quest'anno, contribuendo a contenere le pressioni inflazionistiche. Riguardo al bilancio della banca centrale, Powell non ha fornito molte più informazioni sostenendo che il FOMC sta solo iniziando la discussione sebbene il processo potrebbe iniziare a breve e procedere più velocemente dell'ultima volta ...

3 dicembre 2021
Inserito da:
0 Commenta

         

Il raffronto negli Outlook per i prossimo anno tra le due aree Stati Uniti e Eurozona, si fa difficile sul lato monetario con le due banche centrali distanti tra loro sul modo di interpretare l’evoluzione delle variabili macroeconomiche e degli interventi da mettere in moto. Nelle recenti dichiarazioni, la Fed ha nettamente accelerato le prospettive di restringimento rispetto al giugno scorso. La priorità sull’inflazione, ribadita dalla neo-vicepresidente Lael Rainard e che trova un ampio consenso all'interno del FOMC, organo direttivo della Federal Reserve americana - FED, vede la necessità di un passo accelerato sul ‘tapering’ per dare modo alla FED di giocarsi l'opzione di un rialzo già nel secondo trimestre del prossimo anno. Resta comunque da verificare se la FED eserciterà o meno l'opzione di rialzo dei tassi in funzione di prospettive di inflazione insolitamente elevate, sebbene incerte, e per la nuova variante Omicron, in un clima di ripresa generale dei contagi da Covid. L’aggressività della FED risulterebbe dalla necessaria copertura di un rischio di gestione basato su un graduale approccio di restringimento monetario in risposta ad un cambiamento nell'equilibrio tra variabili macroeconomiche come occupazione e aumento dei prezzi al consumo, stimate nello scenario di base ...

25 novembre 2021
Inserito da:
0 Commenta

 

La discussione sugli interventi restrittivi della Federal Reserve nella politica monetaria statunitense si fa più incisiva ora che Joe Biden ha confermato Jerome Powell alla guida della banca centrale. Dobbiamo anche sottolineare che la presenza come vice della candidata alla successione di Powell, Lael Brainard, democratica, ex sottosegretaria al Tesoro con Barack Obama, e parte del consiglio dei governatori della Fed dal 2014, non ha provocato reazioni particolari se non commenti di uno slittamento più ‘dovish’ e accomodante della vice presidenza rispetto all’equilibrio precedente. Nella nota stampa della Casa Bianca il presidente Biden ha voluto manifestare la sua piena fiducia nell’esperienza, nel giudizio e nell’integrità di Powell e Brainard nel rispetto della continuità dei mandati e per la visione di aiuto nella ricostruzione economica del paese. In attesa dell’approvazione del Congresso la Casa Bianca ha inoltre anticipato che ai primi di dicembre il presidente Biden annuncerà le nomine dei tre posti vacanti nel FOMC della Federal Reserve ...

30 settembre 2021
Inserito da:
0 Commenta

 

Le banche centrali rimangono al centro dell’attenzione degli investitori che vedono nella ripresa economica una variabile capace di cambiare in modo sostanziale i programmi di acquisto titoli. A questo si aggiunge una particolare attenzione alle vicende statunitensi che hanno visto da un lato l’uscita di due componenti apicali, ma anche un attacco alla fiducia verso il presidente Jerome Powell. Le ragioni vedono due membri della FED rassegnare le dimissioni in seguito a negoziazioni non autorizzate di titoli nel 2020; Robert Kaplan, ex Goldman Sachs, ha lasciato il ruolo di responsabile della Federal Reserve di Dallas, così come Eric Rosengren, a capo della Fed di Boston. Jerome Powell aveva ordinato un controllo in ordine alle regole etiche che proibiscono conflitti di interesse nella compravendita di titoli da parte di partecipanti ai comitati e ai dipendenti della banca centrale ...

9 settembre 2021
Inserito da:
Categorie: Global Allocation
0 Commenta

 

L’estate finanziaria si è dimostrata ampiamente positiva; gli indici azionari MSCI a 3 mesi data (3MtD) vedono l’indice World a +4,47% (+18,36 da inizio anno), Europe +2,9% (YtD +16,05%), North America +4,86% (YtD +19,7%) e Pacific +4,65% (YtD + 13,59%), performance ampiamente sopra le attese di inizio anno che vedevano una crescita annua dei maggiori listini tra il 7 e il 9%. Gli analisti statunitensi hanno comunque sottolineato che la ripresa delle attività aziendali è stata sicuramente importante; i profitti da inizio anno sono risultati straordinari: le stime degli utili per l'intero 2021 già positive, sono aumentate di oltre il 20% rispetto alle previsioni di inizio anno. Ora le prospettive manifestano cautela per la sostenibilità prospettica dei margini operativi: tasse più elevate, regolamentazione più aggressiva, costi di produzione più alti, costo del lavoro in aumento. In aggiunta a questo rischio si stanno facendo sempre più concrete le ipotesi di rendimenti obbligazionari più elevati con una relazione tassi più alti e utili più bassi che potrebbe alimentare una correzione dei mercati azionari ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Fidelity
iShares
J.P.Morgan Asset Management
AB Global
Axa Investment Managers
UBS Global Asset Management
Pioneer Investments
Schroders
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
Invest Banca Spa
University Campus
Categorie