21 febbraio 2020
Inserito da:
Categorie: Sectors
0 Commenta

 

L’infezione da Corona Virus Covid-19 preoccupa l’economia reale che vede nel fermo della Cina una ‘interruzione’ significativa per consumi e investimenti. Nelle più recenti revisioni sulle prospettive delle materie prime, gli analisti finanziari risultano contrastati da un sentiment neutrale/negativo derivante dalla temporaneità del blocco delle industrie cinesi, ma soprattutto dalla distruzione di valore che l’economia potrebbe non riuscire a compensare durante l’anno. Dato per scontato che la crescita del primo trimestre risulterà sotto le attese di inizio anno, cresce il dubbio se il secondo e il terzo trimestre, ritenuti fino ad ora con una forte reazione positiva, non dovessero rispettare le previsioni. A questo proposito i gestori di portafoglio hanno posto il tema della caduta dei livelli di inflazione a seguito dei cali di prezzo della maggior parte delle materie prime, punto che favorirebbe maggiori interventi espansivi della banche centrali se la contrazione dei prezzi fosse ritenuta propedeutica ad una fase di stagnazione economica e non temporanea ...

14 febbraio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Con la morte in Giappone di un infetto da Corona Virus Covid-19, aumenta la preoccupazione su quanto ancora la pandemia potrà svilupparsi e con quali impatti a livello sanitario, ma anche economico. I dati dalla Cina segnalano 1700 vittime da Covid-19 e oltre 65.000 casi in cura.  L’epidemia cinese dalla fine del dicembre scorso si è diffusa in 28 paesi, di cui 16 in Asia, con oltre 500 casi confermati fuori della Cina. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato ufficialmente l'emergenza pubblica di interesse internazionale (PHEIC - public health emergency of international concern) con implicazioni sui viaggi da e verso la Cina, e limitazione e restrizioni sui visti ai visitatori cinesi. Da un punto di vista sanitario le conferme sono per periodo di picco tra questa parte finale di febbraio e metà marzo, in attesa di qualche informazione anche sul fronte dell’efficacia delle cure ...

12 febbraio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Sono in aumento gli strategist che indicano un aumento del divario fra valutazioni degli indici azionari statunitensi e quelli internazionali con indicazioni per un alleggerimento del peso azionario dagli Stati Uniti a favore del Resto del Mondo (RoW). Tra le motivazioni ci sono in primo luogo le valutazioni con multipli crescenti negli ultimi mesi dell’indice S&P500: da inizio ottobre i P/E fwd 12m sono passati da 16,5x agli attuali 18,8x, con una performance dell’indice di + 14,7% (da 2940 a 3373 punti) a fronte di una stabilità dei profitti. In secondo luogo possiamo aggiungere una negoziazione commerciale positiva della ‘Fase Uno’ tra Cina e Stati Uniti. C’è anche un aspetto psicologico che porta continui acquisti sugli indici statunitensi ovvero la paura di rimanere fuori dal rialzo: lo spirito degli anni 2010 promosso dai millennials è stato abilmente tradotto in acronimi quali FOMO (Fear of Missing Out) e YOLO (You Only Live Once). I due termini sembrano esprimere lo spirito più comune del ‘Carpe Diem’ dove vivere il momento significa anche massimizzare ogni opportunità all’interno di un cambiamento sociale ed economico ...

28 gennaio 2020
Inserito da:
0 Commenta

    

Gli operatori sanitari internazionali seguono con apprensione le notizie dall’Asia per i crescenti decessi e l’estendersi della pandemia da coronavirus proveniente dalla Cina; gli ultimi dati segnalano oltre 100 morti e 4500 persone contagiate, mentre i ricercatori dell'Università di Hong Kong ritengono che il numero di affetti possa essere molto più elevato stimando almeno 44.000 le persone infettate nella sola città cinese di Wuhan. I primi dati hanno indicato una mortalità dei casi rilevati troppo elevata, addirittura del 20% delle infezioni; in realtà le informazioni sono frammentate e risulta impossibile avere un quadro chiaro tenuto conto dei 14 giorni di incubazione del virus. La drammatica situazione in Cina è acutizzata dalla veloce trasmissione del virus e dal numero crescente di paesi che rilevano casi di infezione non solo in Asia, ma in Nord America ed Europa (Germania e Francia). Il raffronto torna agli oltre 800 morti della SARS - sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus – focolaio iniziato nel novembre 2002 nella provincia cinese del Guangdong con tassi di mortalità iniziale di circa il 15% (oggi molto bassa), trasmessasi da un animale all’uomo e poi in forma aerea e contatto tra umani come in una classica influenza (tassi di mortalità a livello mondiale sotto il 2,5%, principalmente tra bambini e persone in età avanzata) ...

17 gennaio 2020
Inserito da:
Categorie: Global Allocation
0 Commenta

 

Nel discorso sullo ‘Stato della Nazione’ il presidente russo Vladimir Putin ha richiesto alla leadership del paese un profondo rinnovamento. In primo luogo ha indicato la sostituzione del Primo ministro Dmitry Medvedev con il tecnocrate Mikhail Mishustin, capo del servizio fiscale russo e persona poco conosciuta in ambito politico; a quest’ultimo ha inoltre chiesto di iniziare a studiare una revisione costituzionale che lascerebbe intendere la possibilità di esercitare il suo potere anche dopo la fine del mandato presidenziale nel 2024. Nel discorso annuale il leader russo ha proposto alla nazione grandi cambiamenti nel sistema politico del Paese, ribilanciando i poteri tra Presidente e Parlamento per dare impulso positivo alle riforme necessarie al governo della nazione. L’idea di fondo è che Putin voglia estendere la sua presenza ventennale nella leadership del paese in una nuova veste ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie