3 novembre 2022
Inserito da:
0 Commenta

 

Ci sono alcuni aspetti che stanno richiedendo agli analisti finanziari di scoprire cosa ha spinto così positivamente gli acquisti sugli indici azionari ad ottobre (l’indice MSCI World val Loc è salito in un mese del 7,07% anche se da inizio anno perde ancora il 17,4%) e cercare una risposta alla domanda che gli investitori stanno rivolgendo loro ovvero, siamo in un rally da Bear Market o ci sono i segnali per l’avvio di un nuovo Bull market? Le risposte non vedono ampie divergenze; la maggior parte degli Strategist di portafoglio indicano un disallineamento tra le attese economiche ancora recessive rispetto ad una capacità di espansione di business delle società e di riflesso sui profitti. La stagione degli utili iniziata da qualche settimana ha iniziato a fornire informazioni sulle molte domande poste in sede di presentazione dei risultati: le aziende continueranno a segnalare sorprese al rialzo? Quanto si può ancora continuare a mantenere margini record? Le stime degli utili a termine inizieranno a riflettere il rialzo dei tassi di interesse e una potenziale recessione? ...

21 ottobre 2022
Inserito da:
0 Commenta

 

Le fasi ribassiste dei mercati vedono movimenti alquanto scomposti tra le differenti classi di attivo; il tema centrale è il ricalcolo delle valutazioni rispetto ai tassi di interesse di rifermento, il cui movimento tende verso il tasso ‘pivot’ di politica monetaria, all’inasprimento delle condizioni di liquidità e di credito, alla variabile dei profitti societari, e spesso alla volatilità delle valute. Le più recenti indicazioni sull'inflazione, che ancora una volta hanno sorpreso al rialzo, sono intervenute in un contesto di indicatori anticipatori che suggerivano un rallentamento all’aumento dei prezzi, rimettendo sotto pressione i rendimenti dei governativi. I maggiori Titoli di Stato decennali sono quindi tornanti a livelli massimi di periodo: USTreasury al 4,3%, Bund al 2,5% e BTP al 4,85% ...

21 settembre 2022
Inserito da:
0 Commenta

  

 

Continua da parte degli investitori la ricerca di un portafoglio multi-asset capace di controbilanciare l’inflazione più alta degli ultimi 40 anni. Seguendo il ‘manuale’ l'esposizione alle commodity, progettata con attenzione, sembra fornire un'efficace difesa; infatti, dopo molti anni in cui sono state per lo più trascurate dagli investitori, le materie prime sono rientrate recentemente nelle asset allocation dei portafogli. In realtà non era stata la natura volatile delle materie prime, la capacità in eccesso dell'ultimo ciclo o la crescente enfasi sugli investimenti ambientali, sociali e di governance ESG, a mettere le materie prime in secondo piano rispetto ad altri asset reali e alle azioni; sono state invece la mancata attenzione a nuovi investimenti, infrastrutture di supporto insufficienti e un'offerta meno redditizia di molte materie prime. L’evidenza si è accentuata con le interruzioni della catena di approvvigionamento dovute prima al COVID-19 e poi all’invasione russa dell’Ucraina, in uno scenario incapace di soddisfare l’aumento dell’intensa domanda post-covid ...

1 settembre 2022
Inserito da:
0 Commenta

 

Nei mercati azionari, visti nel medio termine, si rilevano alcune importanti divergenze che stanno condizionando le performance dei portafogli di investimento a chiusura del terzo trimestre. Analizziamo i dati a cinque anni: nonostante l’importante ritracciamento di meno 17,55% da inizio anno, l’indice S&P500, agli attuali 3955 punti, mantiene una performance positiva del +59,7%, in contrapposizione sia allo Shanghai Composite che a 3185 punti odierni presenta una discesa a cinque anni di – 5,36%; meno performante del mercato americano ma positivo, di +8,71% lo STOXX Europe 600; bene lo STOXX 50 Europe a +30,85%, indice che comprende le 50 blue chips europee. Dobbiamo anche sottolineare che il rafforzamento del dollaro Usa rispetto all’Euro è stato da inizio anno del 13,2% e del 19,3% a cinque anni, un incremento che rapportato al 2022 vede smorzare per l’investitore dell’area Euro la discesa degli indici statunitensi: l’indice MSCI North America ha una performance in Euro da inizio anno positiva di +0,8%. Forse il tema della mancata progressione del mercato azionario cinese rimane uno dei punti di attenzione per l’asset allocation prossimo futuro. Le attese per un forte ridimensionamento dei tassi di crescita economica in Cina è ormai una realtà acquisita. Dimenticati gli anni di inizio millennio con tassi a doppia cifra (tra +10% e +15% nel periodo 2003-2007), le stime previste dal governo cinese per il 2022, +5,5%, sembrano invece troppo ambiziose, mentre lo spettro della crisi immobiliare continua a rimanere uno dei punti più deboli del sistema economico e finanziario cinese ...

16 giugno 2022
Inserito da:
Categorie: Global Allocation
0 Commenta

 

E’ ufficiale, l’indice S&P500, scendendo di oltre il 20% dai sui più recenti massimi, è entrato nel bear market; lo scenario si è complicato con l’uscita del dato inflattivo statunitense a + 8,6% che ha cambiato l’atteggiamento e il sentiment degli investitori alimentando dubbi sulla capacità della FED non solo di fare previsioni, ma di operare in modo da non deragliare la crescita economica già rallentata. Il tema delle valutazioni degli indici azionari torna al centro della discussione ei gestori di portafoglio. I modelli più usati vedono al centro il multiplo di valutazione che tende a scendere o salire in funzione delle previsioni di espansione del GDP e l’analisi dei profitti societari a 12 mesi (EPS - Earnings per share). La fase post pandemica aveva spinto il multiplo di valutazione dell’indice S&P500 nel 2021 a oltre 22 volte gli utili, in funzione di tassi di espansione economica molto elevati dopo la breve recessione del 2020. In effetti la ripresa a ‘V’ ha spinto in alto i profitti che da 140$ del 2020 sono arrivati a fine 2021 a 210$ con l’S&P500 a 4796 punti (oggi siamo a 3666) ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Fidelity
iShares
J.P.Morgan Asset Management
AB Global
Axa Investment Managers
UBS Global Asset Management
Pioneer Investments
Schroders
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
Invest Banca Spa
University Campus
Categorie
Login