25 settembre 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Le previsioni economiche continuano a proiettare scenari incerti soprattutto con l’aumento dei casi di Covid-19 in molte regioni e tra queste in particolare in alcuni paesi europei, vedi Francia, Spagna e Gran Bretagna; i timori di una seconda ondata nelle prossime settimane metterebbe in serio pericolo le vendite di fine anno e l’enorme giro d’affari legato alle festività natalizie. Le banche centrali rimagono in attesa di percepire nuovi bisogni di equilibrio nel mercato finanziario e liquidità alle banche a favore delle imprese, ma la vera scommessa rientra ormai nelle logiche fiscali di supporto alle famiglie e di incentivo ai consumi, cosa che anderebbe in contrasto con provvedimenti di restrizione alla mobilità per ariginare un aggravamento sanitario. La BCE continua nella sua politica di supporto attraverso il PEPP, il fondo acquisti dedicato all’emergenza pandemica, e monitora il lavoro delle banche che temono un aumento dei NPL già nel prossimo anno qualora la ripartenza economica fosse posticipata ...

12 settembre 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Mercati finanziari in un ampio trading range, cercano un consolidamento dei progressi estivi. Le indicazioni della FED riguardo ad un possibile aumento dei prezzi al consumo negli stati Uniti hanno avuto una prima conferma sui dati di agosto con il tasso di inflazione in aumento dell'1,3% annuo rispetto all'1% di luglio, dato sopra le stime di mercato all'1,2%. Le analisi segnalano che il dato complessivo risulta il più alto da marzo. Interessanti le analisi di dettaglio in vario modo divergenti: il costo per auto e camion usati rimbalzato del 4% (-0,9% a luglio), nuovi veicoli +0,7% contro 0,5%, costo dell'energia in calo a -9% contro -11,2% precedente. In ripresa alimentari +4,1% e alloggi +2,3%. In leggero rallentamento materiale diagnostico per l'assistenza medica +0,8% contro 1,1% e dei servizi di assistenza medica +5,3% contro 5,9%. Deflazione ancora accentuata per l'abbigliamento -5,9% contro -6,5% e i servizi di trasporto -4% contro -3,7% ...

11 settembre 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Nella Conferenza stampa, a seguito del Consiglio direttivo della BCE, la Presidente Christine Lagarde ha mostrato ottimismo, presentando l’aggiornamento delle stime di crescita economica per l’Area Euro. Le proiezioni indicano una crescita annua del GDP in termini reali pari a -8,0% nel 2020 (-8,7% prec.), +5,0% nel 2021 e +3,2% nel 2022, con stime per l’anno in corso riviste in leggero rialzo dagli esperti dell’Eurosistema rispetto al giugno scorso. Secondo il team di Lagarde, l’inflazione risulta in discesa per le basse quotazioni dell’energia e per la debolezza della domanda con l’aumento della capacità inutilizzata nei mercati del lavoro. La Presidente riconosce il calo dei prezzi al consumo riconducendolo in parte anche alla rivalutazione dell’Euro; non avverte comunque rischi deflattivi. Nella lettura introduttiva viene ancora una volta sottolineato il lavoro reflattivo e l’adeguatezza di tutti gli strumenti in campo, in particolare del TLTRO e del PEPP (1350 mld Euro) che secondo Lagarde verrà utilizzato nel suo complesso. L’osservazione lascia intendere che il fondo di emergenza pandemica possa ulteriormente essere aumentato e prolungato nel 2021, anche in relazione all’obiettivo di inflazione del 2% (stime BCE: +0,3% nel 2020, +1,0% nel 2021 e +1,3% nel 2022) ...

2 settembre 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Nel suo intervento al Symposium di Jackson Hole, il governatore della Federal Reserve Jerome Powell, ha fornito indicazioni che hanno messo in focus alcune riflessioni riguardo alle proiezioni dei portafogli di investimento, almeno per i gestori statunitensi. Dal punto di vista puramente politico le sue parole hanno di fatto allungato l’orizzonte temporale della strategia espansiva della banca centrale, sicuramente con l’intento di confermare l’indipendenza della FED dalla disputa politica in esenzione dai diversi indirizzi economico-fiscali che Trump e Biden vorranno fornire durante questa fase finale della loro campagna elettorale. Dal punto di vista monetario la sintesi è stata di stabilire un prolungato orizzonte temporale di tassi bassi per agevolare un percorso di ripresa e normalizzazione economica a cui mira la banca centrale ...

21 luglio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

La pressione dei paesi più rappresentativi, Germania, Francia Spagna e Italia, ha prevalso sulla resistenza di molti rappresentanti contrari (paesi Frugali e & - Paesi Bassi, Svezia, Austria, Danimarca, Ungheria, Finlandia) non solo all’iniziativa che prevede ‘sovvenzioni’, 390 mld Euro a fondo perduto e 360 mld Euro di prestiti per complessivi 750 mld Euro, ma anche sulle modalità di approvazione dei progetti finanziabili ed il controllo delle somme erogabili. L’opposizione, rappresentata in prima persona dal leader olandese Mark Rutte e pienamente condivisa da altri leader, ha da sempre chiesto condizioni più stringenti su importi e controllo, soprattutto per un bilanciamento tra l’impegno diretto ad approvare riforme strutturali e gli interventi di sostegno, tema che nulla aggiunge alla discussione se non una maggiore burocratizzazione del progetto, visti che ci sono condizioni già previste per i finanziamenti dell’UE a progetti di investimento locali ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie