18 giugno 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Si è svolta oggi la Tavola Rotonda Virtuale della community dal titolo: Leva anti-Covid tra Politica Fiscale e Monetaria

… La pandemia da Coronavirus ha condizionato la vita delle persone a livello globale spingendo i governi a reagire con rigore sul tema sanitario; misure di prevenzione, quali il distanziamento, hanno obbligato alla chiusura di gran parte di negozi e aziende, e al blocco degli spostamenti. Questo ha comportato un grave danno economico, ma anche una reazione tempestiva ...

… dopo la preoccupazione per il forte arretramento dei risky asset e un deciso flight to quality, gli operatori finanziari hanno riordinato le attività attivando il recupero della diversificazione, in ottica di normalizzazione delle attività economiche e diminuzione dei contagi …

Alcuni brevi commenti:

Macroeconomics: ”… I lockdown innescati dal Covid porteranno le diverse aree economiche globali a registrare pesanti cadute del prodotto interno lordo, recuperate solo parzialmente nel corso del 2021. In particolare Giappone, Europa e US viaggeranno su cali compresi tra -5.7% e - 6.7% ... La ripresa sarà rapida per alcuni settori, ma molto più lenta per quelli direttamente “toccati” dalla pandemia: voli, intrattenimento “live”, ristorazione, ecc. Occorre tenere presente questa distinzione soprattutto nel valutare i rischi delle singole aziende e settori …”

Mercati obbligazionari: ”… il caso di una ripresa economica degli Stati Uniti a forma di U, dovrebbe condurre la Fed a mantenere la Zero Interest-Rate Policy (ZIRP) almeno fino al 2023, con front end ancorati e spread creditizi più stretti … I nostri target per fine anno sono di 0.9% su US Treasuries e -0.20% sui Bund tedeschi a 10 anni. Manteniamo un sottopeso sulle obbligazioni sovrane in EUR poiché riteniamo che il rendimento, particolarmente compresso, potrebbe aumentare. Le due ragioni principali sono l'aggressiva risposta fiscale alla crisi Covid, che aumenterà notevolmente il debito pubblico …”

Commodity e Metalli Preziosi: ”La fine dei lock-down a livello globale dovrebbero riportare ad un aumento di domanda di materie prime industriali ed energetiche, pertanto siamo positivi sulle commodity. Tuttavia nel medio termine l’andamento di mercato sarà altamente influenzato dal tipo di ripresa economica che si verificherà. Riteniamo che il prezzo del Petrolio si stabilizzerà intorno ai 35$ al barile, mentre l’andamento dell’oro sarà fortemente influenzato dalle fasi di risk-on e risk-off dei mercati ...”

Mercati azionari: ”Da un punto di vista top-down ci aspettiamo un consolidamento e una leggera correzione nelle prossime settimane o addirittura nei prossimi mesi, dato che tutti gli sviluppi positivi derivanti dal contenimento del virus stesso e dalle enormi misure del governo e delle banche centrali sembrano essere ben valutati sui mercati attuali dopo che l'indice S&P500 è salito del +40% dai minimi di marzo “senza prendere fiato di tanto in tanto” ...”

Asset Allocation: ”Abbiamo una visione neutrale stock/bond. Preferiamo l’azionario USA, ma i recenti sviluppi … soprattutto sul tema Recovery Fund stanno riportando l’attenzione verso l’Europa. La Cina è tornata ad essere un’area di investimento molto allettante. L’obbligazionario cinese potrebbe riservare molte soddisfazioni in un’ottica di diversificazione ...”

Relatori alla Tavola Rotonda Virtuale:

Kurt Schappelwein Head of Multi Asset Strategies, Deputy CIO di Raiffeisen Capital Management; Giacomo Camisa Sales Director, Intermediary di Schroders; Manuel Pozzi Investment Director Italy di M&G Investments, Maria Paola Toschi Global Market Strategist di J.P.Morgan Asset Management; Antonino Cipriano Senior Sales Italy di BNP Paribas Asset Management, Andreas Riegler Responsabile Team Reddito Fisso di Raiffeisen Capital Management; Massimo Dalla Vedova Director Financial Institutions di Alliance Bernstein; Toby Nangle Global Head of Asset Allocation, Head of Multi-Asset, EMEA di Columbia Threadneedle Investments; Cristiano Iacopozzi Docente di Asset Allocation, Facoltà di Economia, Università di Siena e Corrado Caironi Chief Investment Strategist di R&CA

Leggi la Investment Newsletter con le minute della Tavola Rotonda Virtuale cliccando sul seguente link:

Minute della TRV: Leva anti-Covid tra Politica Fiscale e Monetaria

20 maggio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Il miglioramento delle condizioni sanitarie e la riapertura di gran parte delle attività economiche sembra dimostrare quanto si sia ridimensionata la sensibilità ai dati di contagio e ai decessi che hanno costituito pagine e pagine fisiche e digitali dei media negli ultimi tre mesi. La nuova situazione non deve comunque far perdere di vista quanto discusso in questi mesi negli ambienti scientifici e governativi, soprattutto per la prevenzione sanitaria e nella stima dei danni economici. Nelle prospettive del mercato dei capitali la pandemia ha tracciato un solco tra la reattività dei governi per la grave realtà della malattia e della perdita di molte vite, e l’intervento delle banche centrali a bilanciamento della caduta di fiducia a livello globale ...

15 maggio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

La reazione del governatore della FED Jerome Powell, che risollecita l’amministrazione Trump ad una maggiore presenza politica nel recupero economico, in risposta alla richiesta di nuovi interventi sui FED Funds ovvero di un taglio che porti i tassi in negativo, sembra nascondere il timore di incertezza sull’andamento dei prezzi al consumo e alla produzione dopo il forte swing del petrolio. Il tema che trader ed economisti stanno discutendo è la stima dell’inflazione nei prossimi trimestri tra deflazione, rischio più immediato, o al limite iperinflazione, per la straordinaria liquidità immessa dalle banche centrali. Gli economisti non trovano accordo sulla entità dello shock tra domanda ed offerta per il COVID-19 e tantomeno sugli impatti degli interventi monetari e fiscali, senza precedenti, già posti in essere ...

7 maggio 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Nel tempo ci siamo abituati a vedere la ragione delle crisi economiche come l’eccesso di ottimismo sul lato dell’offerta per poi atterrare sul quello della domanda. I fattori chiave del ciclo maturo si sono da sempre concentrati sull’impennata dell’inflazione, l’aumento dell’occupazione e la corsa agli investimenti pluriennali. Nel mercato finanziario a fronte di un aumento dei profitti aziendali si attuava un’espansione dei multipli di valutazione e della leva finanziaria, il tutto costellato dalla quotazione di nuove start up. In risposta aumentava il prezzo delle materie prime, le banche aumentavano i tassi di interesse soddisfacendo le tante richieste di credito: ma non sempre si poteva costruire a breve un nuovo equilibrio in questa dinamica il che inevitabilmente sfociava in una recessione. Questa ciclicità ha imposto agli strategist di portafoglio di ovviare alla volatilità della fase di crisi economica e finanziaria con tre accorgimenti: presenza delle materie prime, aumento della duration sui governativi ad alto rating e sottopeso azionario attraverso settori Value ...

9 aprile 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Corrado Caironi, Investment Strategist di R&CA, nella sua Newsletter dedicata all’Outlook del secondo trimestre 2020 analizza le prospettive macroeconomiche ed i trend dei mercati finanziari con l’obiettivo di offrire indicazioni di Asset Allocation per i portafogli di investimento.
 
Coronavirus Covid-19: ... Se quindi le imponenti misure restrittive ai contatti sortiranno a breve un atteso stop delle infezioni il problema si sposta su una possibile seconda ondata attenuata dal clima estivo, ma che potrebbe manifestarsi in autunno, salvo novità farmaceutiche efficaci. La soluzione più percorribile in questa fase di attesa ...

Ciclo economico globale: ... Su queste prospettive le considerazioni che ci sembrano più appropriate giungono alla conclusione che le singole regioni registreranno modelli di recupero diversi in tempi diversi. La Cina che si trova in uno stadio più avanzato del ciclo di recupero guiderà la ripresa che ha molte probabilità di seguire lo scenario b) a forma di ‘V’ … mentre l’Europa, stante la situazione politica più complessa, avrebbe una fase a ‘L’ stante un cambiamento strutturale della politica fiscale ...

Banche Centrali: ... Con questi interventi, nella responsabilità di una politica monetaria a supporto della crescita economica, le Banche Centrali vogliono incidere in modo sostanziale sulla fiducia di imprenditori e operatori finanziari che trovano nella tenuta di valore delle attività finanziarie e nella disponibilità di finanziamenti, un elemento di positività all’interno di uno scenario incerto ...

Prospettive dei mercati finanziari: ... Quindi la divergenza tra i picchi massimi raggiunti a metà febbraio e il valore di mercato dopo le forti discese, deve fare i conti con un rallentamento economico imprevisto (vedi il deciso aumento dei tassi di disoccupazione) e la riduzione forzata di ricavi e profitti aziendali. In questo contesto si innestano le strategie ...

Aspetti da considerare nel 2Q20: ... In considerazione del tema degli investimenti obbligazionari la ripresa su larga scala nell’area Euro degli acquisti della BCE con il PEPP (Pandemic Emergency Purchase Programme) apre ad un range più ampio di investimento con l’inserimento di classi a Spread in aggiunta ai bond governativi di alto rating ...
 
Leggi l’Investment Newsletter di Corrado Caironi cliccando sul seguente link:
 
Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie