9 aprile 2021
Inserito da:
0 Commenta

 

Corrado Caironi, Investment Strategist di R&CA, nella sua Newsletter dedicata all’Outlook del secondo trimestre 2021 analizza le prospettive macroeconomiche ed i trend dei mercati finanziari con l’obiettivo di offrire indicazioni di Asset Allocation per i portafogli di investimento.

Ciclo economico globale… il processo di ripartenza del ciclo economico sembra ormai non solo certo, ma vigoroso. I tassi di crescita del GDP globale porteranno benefici a tutti i settori … Ci sono comunque alcuni punti aperti che dovranno trovare risposta. Il primo riguarda il tema crisi sanitaria Covid-19. L’accelerazione delle vaccinazioni sembra ormai concreta … rimane aperto il tema della efficacia degli attuali vaccini nel tempo … secondo punto riguarda la divergenza della ripresa negli standard di vita rispetto alle aspettative pre-pandemiche … ulteriore punto aperto riguarda il tasso di indebitamento delle economie a fronte degli interventi di politica fiscale espansiva degli ultimi dodici mesi e sicuramente per i prossimi anni ...

Banche Centrali… Il ‘grande tema’ che sta investendo le previsioni di politica monetaria delle banche centrali per i prossimi semestri è quello dell’inflazione. Le stime per un’importante ripresa economica a livello globale ha acceso da tempo l’allarme sui ‘prezzi’ dopo che i maggiori indici delle materie prime sono saliti costantemente negli ultimi trimestri. Il petrolio WTI è passato da inizio anno da 48$b agli attuali 59$b (+23%), mentre l’indice LMEX - metalli industriali è salito nello stesso periodo di oltre il 10%, dopo una corsa di +20% nel 2020…

Prospettive dei mercati finanziari: … Il primo trimestre si è chiuso con un’ottima performance dei mercati azionari e un aumento della fiducia sulle prospettive di rilancio degli stimoli fiscali … Si torna a parlare della ‘Big Rotation’: gli investitori si sono rivolti agli attivi di rischio orientando la liquidità in prevalenza verso azioni difensive, tecnologia, materie prime, settori industriali, banche, tagliando le posizioni sull’obbligazionario governativo di lungo termine. Come dicevamo la convinzione risiede in una crescita economica prospettica molto reattiva, come tutti gli amministratori delegati delle aziende si aspettano …

Aspetti da considerare nel 2Q21: … ribadiamo l’attenzione per la capacità di ritorno dei portafogli di investimento: le indicazioni di gestori obbligazionari vedono nella maggior parte dei titoli governativi ritorni reali negativi. I risparmiatori ormai convinti di sottoscrivere fondi obbligazionari a rendimenti costanti si stanno trovando portafogli con alte quotazioni per effetto di precedenti capital gain, e titoli privi di ritorno a scadenza

Leggi l’Investment Newsletter di Corrado Caironi cliccando sul seguente link:

Investment Outlook 2Q21

18 febbraio 2021
Inserito da:
0 Commenta

 

Negli Stati Uniti aumenta il dibattito sulla possibile impennata dell’indice dei prezzi dopo la decisa reazione dei costi energetici: negli ultimi tre mesi il rimbalzo del petrolio WTI ha visto la sua quotazione passare da 41,3$/b di metà novembre agli attuali 61,7$/b ovvero +50%. L’incertezza delle stime per l’inflazione attesa ha portato timori sulla parte lunga della curva dei titoli governativi, sebbene sia evidente una ragione strettamente contingente ovvero gli stimoli indicati nell’ordine di 1.900 mld di dollari dal presidente Joe Biden per l’emergenza Coronavirus. E’ infatti su quest’ultimo punto che si stanno confrontando le opinioni di pensiero della scuola Keynesiana statunitense tra Larry Summers e Paul Krugman. Secondo Summers le preoccupazioni vedrebbero da un lato uno stimolo di ammontare troppo elevato, capace di esercitare una tale accelerazione dell'inflazione che costringerebbe la Fed ad un inasprimento potenzialmente recessivo, aggiungendo che interventi finalizzati a così breve termine lascerebbero pochi spazi ad un programma di investimenti pubblici a medio termine, di cui gli Stati Uniti hanno bisogno per aumentare la crescita potenziale. Krugman ritiene invece necessario una chiusura più rapida dell'output gap anche perché un aumento dell’inflazione risulta già scontato dalla FED; è inoltre convinto che uno shock positivo per l’economia americana sarebbe la risposta al piano monetario di reflazione ...

11 gennaio 2021
Inserito da:
0 Commenta

 

  

Scenario macroeconomico e prospettive finanziarie per il nuovo anno a cura di Corrado Caironi, Investment Strategist di R&CA.

Ciclo economico: … dopo un anno compromesso dalla crisi pandemica, il 2021 dovrebbe mostrare una progressiva normalizzazione; la graduale cancellazione delle restrizioni precauzionali al contagio prevede il riavvio completo di tutti i settori, in particolare di quelli più colpiti dal distanziamento personale, in uno scenario di deciso recupero. Le stime di crescita economica sembrano quindi confermare la visione di un veloce capovolgimento dalla fase recessiva ad una di marcata espansione

Mercati Finanziari: ... nelle previsioni di medio termine gli analisti obbligazionari, partendo dai rendimenti attuali estremamente bassi, prevedono che la maggior parte dei titoli di Stato non possa fornire ritorni reali positivi nei prossimi anni. In questo caso il tema centrale è ovviamente quello delle stime di inflazione nel lungo termine che rimangono un vero punto di incertezza, soprattutto riguardo all’evoluzione post-Covid e alle prospettive di investimento incentrate verso modelli di sostenibilità sociale ed ambientale …

Dinamiche di asset allocation: … la prospettiva di ripresa del ciclo economico ha già prodotto aggiustamenti nei portafogli finanziari con l’aumento della posizione azionarie e diminuzione di obbligazioni governative e liquidità. La parte obbligazionaria continua a prediligere Credit Spread e Emerging Debt; si è inoltre assistito ad un primo spostamento del peso azionario verso i settori Value con valutazioni più interessanti …

Leggi la Investment Newsletter cliccando sul seguente link:

 

2021 Investment Outlook R&CA

18 dicembre 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Dopo il 2010, con un continuo rallentamento della corsa economica cinese, si è avuta una prima revisione del cosiddetto ‘superciclo’ delle materie prime, tema ormai da tempo superato. Rimangono i presupposti della ciclicità economica caratterizzare le previsioni dei prezzi delle materie prime rispetto alla disparità temporale tra domanda e offerta. Per quanto attiene ai portafogli di investimento le commodity, in senso generale, venivano segnalate come attività da sovrappesare nella fase più matura del ciclo, quando il picco di business ipotizzava il timore di inflazione. La retorica del ‘new normal’ ha però finito per giustificare un’inflazione in continua riduzione, argomento che ha agevolato le banche centrali nel porre in essere politiche monetarie ultra espansive. Infine il Coronavirus che ha dato ragione ad una mutazione repentina dei mercati: da un lato la caduta del petrolio (addirittura con un temporaneo valore del future negativo), dall’altra la risalita dell’oro, come ‘valuta’ di riserva in una fase di crisi globale. In questo quadro, ancora confuso, vanno analizzati gli spazi prospettici per il prossimo anno, almeno di fronte ad uno scenario orientato ad una netta fase di ripresa economica e riapertura sociale, sostenuta dalla pianificazione vaccinale anti Covid ...

10 dicembre 2020
Inserito da:
0 Commenta

 

Tra i vari temi prospettici che gli Strategist hanno portato avanti, a giustificazione delle poche variazioni all’asset allocation per il prossimo anno, ci sono evidenze che trovano sfumature diverse. Le opinioni concordanti rimangono incentrate sui temi di crescita economica globale, tra il 5% e il 6% per il 2021, sulle politiche monetarie delle maggiori banche centrali ancora ultra espansive, almeno nella prima parte dell’anno, e sulla graduale debolezza del dollaro americano. Su questi punti, il processo atteso nel 2021 vede protagonista il tema delle vaccinazioni anti-Covid quale motore di sentiment per la ripresa economica, ma anche per i mercati finanziari che in realtà arrivano da un anno straordinariamente positivo, rispetto al disastro economico recessivo e occupazionale imposto dalla pandemia ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Fidelity
iShares
J.P.Morgan Asset Management
AB Global
Axa Investment Managers
UBS Global Asset Management
Pioneer Investments
Schroders
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
Invest Banca Spa
University Campus
Categorie