12 settembre 2019
Inserito da:
Categorie: Sectors
0 Commenta

 

La sensibilità dei prezzi delle diverse tipologie di commodity (cicliche e difensive) diviene importante tema di investimento, oltre a segnale di fase matura del ciclo economico. Le statistiche proposte dagli economisti indicano un generalizzato aumento dei prezzi delle materie prime nella fase più avanzata del ciclo economico e per questo gli strategist nel loro Investment Clock individuano proprio l’aumento del peso delle commodities nei portafogli in questa fase. In realtà i Gestori di Portafoglio aumentano questa classe di attivo in funzione di due elementi distintivi della fase di chiusura di un ciclo: a) una attesa risalita dei livelli inflattivi da domanda, normalmente per effetto dell’aumento occupazionale e dei consumi, e b) la crescita degli investimenti nella fase ‘euforica’ da impennata degli utili societari; in ambedue i casi l’aumento della classe di attivo ‘commodity’ si pone l’obiettivo di protezione del potere d’acquisto del portafoglio ...

4 settembre 2019
Inserito da:
0 Commenta

    

La Federal Reserve ha tagliato i tassi di interesse il 31 luglio scorso rimanendo in atteggiamento accomodante per i prossimi mesi, mentre la Banca Centrale Europea si appresta nella prossima riunione del 12 settembre a dare una risposta alle attese degli operatori. In Europa anche la Banca Nazionale Svizzera sembra pronta a tagliare i tassi, già in profondo territorio negativo a – 0,75%, mentre la Banca d'Inghilterra rimane in sospeso in attesa della decisioni del paese sulla Brexit ...

17 aprile 2019
Inserito da:
0 Commenta

 

Con la riprova che le banche centrali si manifestino pronte a rientrare in campo in caso di sentori “recessivi”, il presidente statunitense Donald Trump si è sentito nuovamente in dovere di sollecitare la FED ad aiutare l’economia americana attraverso una politica monetaria più espansiva. La polemica del presidente Usa ha addirittura allarmato Mario Draghi, governatore della BCE, che in occasione di un convegno ha ribadito la difesa dell’indipendenza delle decisioni delle banche centrali. La pausa della FED nella normalizzazione del percorso monetario restrittivo intrapreso dal dicembre 2015, radicata nella crescente consapevolezza che le banche centrali si trovino di fronte al dilemma che i loro strumenti possano risultare spuntati, almeno in relazione alla vasta dispersione dei risultati economici reali ottenuti nelle diverse economie, ha contribuito comunque a ridare slancio ai mercati finanziari, nonostante le variegate percezioni prospettiche ...

12 aprile 2019
Inserito da:
0 Commenta

In attesa della verifica effettiva del calo della crescita economica per i prossimi trimestri, gli operatori di mercato cercano segnali di orientamento: flussi di investimento, curve dei rendimenti, stime sugli utili ed indicazioni delle banche centrali. Sui rispettivi temi si conferma ormai chiaro un quadro predittivo per un rallentamento economico moderato, confermato soprattutto dai banchieri centrali. Dal lato mercato infatti gli investimenti massivi sui governativi nel primo trimestre hanno privilegiato Bund tedeschi e US Treasury, con un forte calo dei rendimenti e la formazione di curve piatte e pronte all’inversione, segnale che pone agli strategist di portafoglio un dubbio sulla tenuta delle attività più rischiose, appena risalite dopo la discesa del 2018 ...

 

19 marzo 2019
Inserito da:
0 Commenta

 

Con il rally dei listini azionari in atto, i gestori di Fondi Pensione tornano a ragionare riguardo alla possibilità di sfruttare questo andamento per finalizzare una strategia difensiva e capitalizzare le attuali performance. Dobbiamo dire che i Fondi Pensione hanno obiettivi finanziari di lunghissimo termine e normalmente pongono al centro della loro strategia di investimento un elemento chiave, in completo disaccordo con la rendicontazione puntuale dei portafogli dei fondi di investimento, ovvero l’utilizzo nel report di valorizzazione dei prezzi di carico storici dei titoli in posizione. Tuttavia questa caratteristica non comporta che il gestore del Fondo Pensione non svolga le attività strategiche che ne aumentino il valore. Una di queste attività è l’utilizzo di derivati a copertura del rischio, se ritenuta necessaria, in particolare per i fondi che detengono titoli azionari ...

Visualizza
Condividi
Cerca
 
Aziende in evidenza
R&CA - Research & Capital Allocation
Schroders
Fidelity
UBS Global Asset Management
Invest Banca Spa
Axa Investment Managers
AB Global
Pioneer Investments
J.P.Morgan Asset Management
24OREFORMAZIONE|EVENTI – Il Sole 24 ORE
MORNINGSTAR
Aberdeen Asset Management
iShares
University Campus
Categorie